Stelle e Ambiente

Associazione Stelle e Ambiente

Stelle e Ambiente ONLUS è un’associazione che ha lo scopo di divulgare la ricerca astronomica e ambientale.
Nel sito troverete le informazioni per conoscere tutte le attività svolte dall’associazione, quali escursioni naturalistiche, passeggiate urbane storico-archeologiche, osservazioni astronomiche, manifestazioni ed eventi scientifico-culturali a livello nazionale, corsi di Etnobotanica e di Cultura naturalistica e astronomica.


Il Cielo

Leggi le informazioni sul movimento degli astri durante l’anno.

Foto Iniziative

Guarda le foto delle escursioni della nostra associazione.

Calendario Eventi

Scopri quali saranno i prossimi eventi dell’associazione Stelle e Ambiente.

 

Lo Staff

Clicca qui per conoscere i componenti della nostra associazione.

 

ULTIME NOTIZIE

CIELO DI GIUGNO 2022 E RICORDO DI MARGHERITA HACK E LUIGI PRESTINENZA

Dedico l’articolo sul cielo di giugno, pubblicato sul quotidiano “La Sicilia” di mercoledì 8 giugno 2022, alla memoria della grande indimenticabile astrofisica e divulgatrice scientifica Margherita Hack, della quale il 12 giugno ricorre il centenario della nascita.
Scomparsa nove anni fa, Margherita Hack fu la prima donna a dirigere un Osservatorio astronomico italiano, quello di Trieste. L’Inaf l’ha ricordata ieri, 7 giugno, con una diretta su YouTube intitolata “Il cielo di Margherita Hack”.
Una fraterna amicizia la legò al giornalista e astrofilo Luigi Prestinenza (ideatore e curatore della rubrica “Il cielo del mese” per oltre mezzo secolo). Margherita Hack firmò le prefazioni delle due fatiche letterarie di divulgazione astronomica di Prestinenza: “Marte tra storia e leggenda” (Utet, 2004) e “La scoperta dei pianeti. Da Galileo alle sonde spaziali” (Gremese, 2007). In quest’ultimo volume ho avuto il privilegio di collaborare sia curando gli inserti di approfondimento su “Titius-Bode: legge o coincidenza?”, “Eratostene di Cirene” e “Il pendolo di Jean Richer e lo schiacciamento polare terrestre”, sia con la revisione del testo.
Giuseppe Sperlinga
^^^***^^^***

CINQUE PIANETI ALLINEATI NEL CIELO DEL SOLSTIZIO ESTIVO

Sono due le principali attrazioni celesti di giugno: lo show dei cinque pianeti visibili a occhio nudo allineati nel cielo orientale prima dell’alba e il solstizio d’estate. Il solstizio estivo quest’anno cade martedì 21, giorno in cui ha inizio l’estate astronomica (quella meteorologica comincia l’1 del mese) nell’emisfero boreale. L’Artide sarà interamente inclusa nel circolo d’illuminazione, dove si avranno sei mesi di luce e il Sole non va al di sotto dell’orizzonte (il cosiddetto “Sole di mezzanotte”), mentre l’Antartide ne sarà totalmente escluso (sei mesi di oscurità). Quel giorno, al mezzogiorno dell’ora solare (in Italia, alle 13 perché vige l’ora legale), la nostra stella diurna raggiunge il punto di massima elevazione sull’orizzonte, altezza che ovviamente dipende dalla latitudine del luogo: a Milano è di 68°, a Roma di 71°30’, a Catania supera i 75°. Solstizio significa “Sole stazionario”, perché in questo momento astronomico il Sole sembra fermarsi, sorgendo e tramontando sempre nello stesso punto fino al 24 giugno (per quello invernale il 25 dicembre), quando ricomincia a muoversi sorgendo gradualmente sempre più a sud sull’orizzonte (a nord per quello invernale): il Sole comincia a calare e causa la graduale riduzione della durata del periodo d’illuminazione (il dì) e l’allungamento di quello di oscurità (la notte). Nell’antichità, i solstizi erano festeggiati dai popoli pagani, fin quando la religione cristiana si premurò di incorporarne le date sovrapponendovi solenni celebrazioni: il solstizio invernale fu sostituito dal Natale e quello d’estate dalla festa di San Giovanni (24 giugno). In altre parole, feste originariamente pagane basate sull’antica osservazione del moto apparente del Sole si sono fuse con la tradizione cristiana.

Nel cielo di giugno sono già apparse le costellazioni che domineranno il firmamento per tutta l’estate. Procedendo da est, noteremo l’Acquario, l’Aquila con Altair, il Cigno con Deneb e la Lira con Vega (le tre luminose stelle citate formano l’asterismo del “Triangolo estivo” che per tutta la bella stagione campeggerà sopra le nostre teste. A sud-est, vi sono il Capricorno, l’Ofiuco e il Sagittario. Nel cielo meridionale spiccheranno la Bilancia, il Centauro e lo Scorpione con Antares, che per la sua colorazione rossa rivaleggia con il pianeta rosso, Marte (Ares, per i Greci). A ovest, si avviano a lasciare la scena celeste la Vergine con Spica, il Leone con Regolo, il Cancro e i Gemelli con Castore e Polluce. Allo zenit, giganteggiano il Boote (Bifolco o Bovaro) con Arturo e la costellazione di Ercole con il celebre ammasso globulare M13.

Il fiore all’occhiello del cielo di giugno, però, sarà lo spettacolare allineamento, nell’orizzonte orientale, prima dell’alba, di Mercurio, Venere, Marte e Giove, cui s’aggiungerà, dal 19 al 27, Saturno. Urano sorge prima del Sole nell’Ariete e Nettuno fa la sua apparizione a tarda notte nei Pesci.

GIUSEPPE SPERLINGA

CIELO GIUGNO 2022 LA SICILIA 8GIUGNO2022 ALLINEAMENTO PLANETARIO GIUGNO 2022 il-cielo-in-salotto-margherita-hack-1024x576 MARGHERITA HACK - Copia MARGHERITA HACK DEDICA A FRACASTORO SEDE SERRA LA NAVE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

COPERTINA SCOPERTA DEI PIANETI PRESTINENZA IMG_20200911_0001