Stelle e Ambiente

Author: Giuseppe Sperlinga

ESCURSIONE VALLE DEI SIELI E NECK VULCANICO DI MOTTA S. ANASTASIA (CT)

Domenica 21 maggio, escursione di mezza giornata nella Valle dei Sieli per “cogghiri cacucciuliddi” e visita dei basalti colonnari del Neck vulcanico di Motta S. Anastasia (Ct).
Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga e la dott.ssa Giovanna Marletta.
Raduni:
– ore 8.30 parcheggio del parco Gioeni di via Angelo Musco;
– ore 9.15: parcheggio adiacente cimitero di Motta S. Anastasia.
EQUIPAGGIAMENTO: SCARPONCINI DA TREKKING, CAPPELLINO, BORRACCIA, BINOCOLO.
DIFFICOLTÀ: FACILE.
LUNGHEZZA PERCORSO A/R: 3 KM.
FINE ATTIVITÀ: ORE 13.
CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE:
– NON SOCI € 5,00
– SOCI € 2,00
Info:
info@stelleambiente.it;
3288172095 – 3402161035 (WhatsApp).

 

locandina-cacucciuliddi-valle-sieli-21maggio2017 img_6765 basalti-colonnari-neck-motta-9febbraio2014

IL CIELO DI MAGGIO ANNUNCIA L’ARRIVO DELL’ESTATE

Il cielo di maggio annuncia l’arrivo della bella stagione: a occidente sono ormai tramontate le costellazioni che hanno dominato il cielo nelle lunghe fredde notti invernali, mentre a oriente hanno già fatto la loro apparizione quelle che caratterizzeranno il cielo delle brevi ma prevalentemente serene notti d’estate. Ancora basso sull’orizzonte Est, infatti, esso apparire l’asterismo del Triangolo Estivo, i cui vertici sono formati dalle stelle Altair dell’Aquila, Deneb del Cigno e Vega della Lira. Spostando lo sguardo verso Sud-Est, si distingue la gigante rossa Antares, che è il cuore dello Scorpione, la Bilancia, la tredicesima costellazione zodiacale Ofiuco pervicacemente ignorata dagli astrologi e il Sagittario, mentre a Sud spiccano sia le stelle settentrionali del Centauro (una bella costellazione australe di grande estensione visibile anche dalle medie latitudini del nostro emisfero caratterizzata dal celebre ammasso globulare Omega Centauri, il più luminoso dell’intera volta celeste), sia il Leone con la stella Regolo (Piccolo Re) e la Vergine con la luminosa Spica, ormai alte nel cielo, che domineranno la volta celeste per tutto il mese di maggio. Nella mitologia greca, il Leone di Nemea era invulnerabile alle frecce e alla clava, ma Ercole uccise la belva strangolandola con le sue possenti mani. La Vergine era Astrea, la dea della Giustizia e figlia di Zeus e Themis, la titanide figlia di Urano e Gea, che oltre ad Astrea generò pure le Stagioni e le Moire o Parche. Volgendoci a Ovest, ecco le costellazioni dell’Idra, del Cancro e dei Gemelli sempre più basse sull’orizzonte. Terminiamo l’excursus della volta guardando a Nord, dove spiccano le costellazioni circumpolari, che sono quelle in rotazione intorno alla Stella Polare che non tramontano né sorgono mai, cambiando soltanto posizione durante l’anno e durante la notte: l’Orsa Minore con la Polare, la coppia regale formata dalla vanitosa regina Cassiopea e dal re Cefeo, il Bovaro con la luminosa Arturo (il guardiano dell’Orsa) e l’Orsa Maggiore, il cui prolungamento verso sud delle stelle del timone permette di individuare prima la rossa Arturo e poi l’azzurra Spica della Vergine. Nel cielo di Nord-Est, infine, in piena notte, appariranno le vere protagoniste del firmamento estivo: le costellazioni delle già citate Lira, Cigno e Aquila. Con l’ausilio di un piccolo binocolo è possibile ammirare numerosi oggetti celesti, tra cui val la pena osservare l’ammasso globulare M4 nella costellazione dello Scorpione, le Nebulose Trifida e Laguna nel Sagittario; l’ammasso stellare M44 del Presepe nel Cancro, il Doppio ammasso in Perseo, la galassia spirale M101 nell’Orsa Maggiore, la galassia spirale Sombrero M104 nella Vergine, il brillante ammasso globulare M13 nella costellazione di Ercole e altri ancora.

Il Sole si trova proiettato nella costellazione dell’Ariete fino al 13, dopo di che passa tra le stelle del Toro. Nel cielo fossile ammannito dagli astrologi, invece, la nostra stella diurna sarebbe sin dallo scorso 21 aprile tra le stelle del Toro e, il 22 maggio, transiterebbe tra quelle dei Gemelli. Coloro i quali si ostinano a continuare a credere sui presunti influssi astrali esercitati sul destino degli esseri umani quando consultano l’oroscopo sappiano che leggono quello di un altro. Aveva ragione il compianto Luigi Prestinenza, ideatore di questa rubrica di divulgazione astronomica, quando sosteneva che la lettura degli oroscopi dovrebbe essere preceduta da un’avvertenza, analogamente a quanto si fa con le sigarette: “Le previsioni astrologiche che leggerete non hanno alcuna base scientifica e aderenza con la realtà quotidiana”. Alla latitudine di Catania, le giornate continuano ad allungarsi e, alla fine del mese, il dì dura 44 minuti di più rispetto all’inizio. La Luna sarà al primo quarto il 3, plenilunio il 10, all’ultimo quarto il 19, novilunio il 25. Rapido excursus tra i pianeti. Mercurio è basso sull’orizzonte orientale, prima del sorgere del Sole, dove non sarà facile individuarlo perché avvolto dai bagliori solari. Il 27 maggio sarà possibile osservarlo meglio, perché il minuscolo pianeta “tuttonucleo” sorge quasi un’ora prima del Sole. Venere è assai luminoso nelle prime ore del mattino anch’esso sull’orizzonte orientale e, alla fine del mese, sarà abbastanza alto e sorgerà un paio d’ore prima del Sole. Marte è visibile di prima sera, appena tramontato il Sole, molto basso sull’orizzonte occidentale. Giove è l’astro più luminoso del cielo di maggio: nelle prime ore della notte culmina a Sud e, prima dell’alba, quando tramonta a occidente, dalla parte opposta del cielo ecco apparire Venere, che diventa così il pianeta più brillante. Ed eccoci a Saturno, ultimo pianeta visibile a occhio nudo: ritorna a brillare nel cielo serale, quasi a voler annunciare che sarà il vero protagonista dei cieli notturni dell’estate ormai alle porte. All’inizio del mese, basso sul cielo orientale, il pianeta degli anelli sorge prima della mezzanotte, ma alla fine di maggio lo possiamo già osservare intorno alle 22.30. Urano è ancora difficile da osservare, perché molto basso sull’orizzonte orientale poco prima del sorgere del Sole, andrà meglio alla fine del mese, quando sorgerà quasi contemporaneamente a Venere. Nettuno è visibile a Sud-Sud-Est poco prima del sorgere del Sole. Si rammenta che per poter osservare Urano e Nettuno, a causa della loro bassa luminosità, è necessario l’ausilio di un telescopio. Stesso discorso vale per l’osservazione di Plutone. Il capostipite della classe dei Plutoidi (una nuova categoria di membri del sistema solare istituita, nel 2008, dalla comunità astronomica internazionale) continua ad anticipare la sua apparizione sulla volta celeste e, alla fine del mese, sorge prima di mezzanotte basso sull’orizzonte sud-orientale.

Per concludere, ricordiamo le belle congiunzioni della Luna con i pianeti Giove (7 maggio, nella costellazione della Vergine con la brillante Spica), Saturno (tarda serata del 13 maggio), Venere (22 maggio prima del sorgere del Sole sull’orizzonte orientale, nella costellazione dei Pesci), Marte (27 maggio poco dopo il tramonto vicino al sottile falcetto di Luna crescente)

GIUSEPPE SPERLINGA

 

220px-antonio_del_pollaiolo_-_ercole_e_lidra_e_ercole_e_anteo_-_google_art_project heracles-labors m101-girandola

3° CAFFE’ SCIENTIFICO: I CACUCCIULIDDI DELLA VALLE DEI SIELI DI MOTTA S. ANASTASIA (CT)

Sabato 20 maggio, alle 16.30, nella sede di Officina GammaZeta di via San Calogero 29 (zona Castello Ursino), la dott.ssa Giovanna Marletta, esperta botanica e consigliera dell’associazione Stelle e Ambiente, terrà il terzo Caffè Scientifico su “Aspetti etnobotanici e culinari dei «cacucciuliddi» della Valle dei Sieli di Motta S. Anastasia”.
Contributo di € 5,00 comprensivo di piccola degustazione.
I Caffè Scientifici sono organizzati dall’associazione Stelle e Ambiente con la collaborazione di Officina GammaZ.

locandina-3caffescientifico-20maggio2017

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ricognizione-sieli-9maggio2017-29 ricognizione-sieli-9maggio2017-31

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

ESCURSIONE ALLA FERROVIA DISMESSA ALCANTARA-RANDAZZO: PONTE E GALLERIA SAN CATALDO, IN TERRITORIO DI MOTTA CAMASTRA.

 

DOMENICA 14 MAGGIO 2017 – ORE 8.30-13

ESCURSIONE ALLA FERROVIA DISMESSA ALCANTARA-RANDAZZO: PONTE E GALLERIA SAN CATALDO, IN TERRITORIO DI MOTTA CAMASTRA. 

PERCORREREMO UN PONTE FERROVIARIO E DUE GALLERIE, UNA DI 69,30 M (GALLERIA DI RINAZZO, SENZA AUSILIO DI TORCE ELETTRICHE) E UNA DI 333,30 M (GALLERIA DI SAN CATALDO, CON AUSILIO DI TORCE ELETTRICHE). 

DOPO AVER PERCORSO UN TRATTO DI 2,5 KM DELLA FERROVIA DISMESSA, SE VI RIENTRIAMO COI TEMPI DI PERCORRENZA PREVISTI, AGGIUNGEREMO LA VISITA DEI PLATANI RESIDUALI DELL’ALCANTARA, L’UNICA SPECIE AUTOCTONA DI PLATANO SICILIANO ANCORA OGGI PRESENTE LUNGO LE RIVE DEL FIUME, MA CHE UN TEMPO FORMAVA AREE BOSCATE DI GRANDE ESTENSIONE: I BOSCHI DI PLATANO DEL TORRENTE DI SAN CATALDO, CHE È IL NOME DELLA CONTRADA OMONIMA A PONTE, GALLERIA, IN TERRITORIO DI MOTTA CAMASTRA (MESSINA).

EQUIPAGGIAMENTO: SCARPONCINI DA TREKKING, CAPPELLINO, BORRACCIA, TORCIA ELETTRICA OBBLIGATORIA.

DIFFICOLTÀ: FACILE – FINE ATTIVITÀ: ORE 13.

INFO: 3288172095 – 3402161035 (WHATSAPP)

PARTECIPAZIONE APERTA A TUTTI CON CONTRIBUTO:

– € 5,00 NON SOCI – € 2,00 SOCI.

 

Raduni

Ore 8.30: parcheggio Parco Gioeni (via A. Musco)

Ore 9.15: area servizio Calatabiano Est autostrada Ct-Me prima dello svincolo Giardini Naxos.

Guidano

prof. Salvatore ARCIDIACONO

Prof. Giuseppe SPERLINGA

dott. Iorga PRATO

 

locandina-ferrovia-motta-camastra-14maggio2017 locandina-tracciato mappa2 dsc_4354 dsc_4360 dsc_4369 dsc_4379 dsc_4385 dsc_4397 dsc_4399 dsc_4409 dsc_4424 dsc_4429 dsc_4449 dsc_4456 dsc_4459

2° CAFFE’ SCIENTIFICO: LE PIANTE SELVATICHE TOSSICHE E VELENOSE DEL TERRITORIO ETNEO: LEGGENDE E REALTA’

 

 

SABATO 13 MAGGIO 2017 – ORE 16.30-18

2° CAFFE’ SCIENTIFICO 2017 

OFFICINA GAMMAZ DI VIA SAN CALOGERO, 29 

CATANIA (ZONA CASTELLO URSINO)

IL PROF. SALVATORE ARCIDIACONO, ETNOBOTANICO E VICEPRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE STELLE E AMBIENTE, TERRA’ UNA CONVERSAZIONE SUL TEMA:

“LE PIANTE SELVATICHE TOSSICHE E VELENOSE DEL TERRITORIO ETNEO: LEGGENDE E REALTA'”

Contributo € 5,00 comprendente una piccola degustazione.

locandina-2caffescientifico-13maggio2017

 

 

CAFFE’ SCIENTIFICI 2017

L’Associazione Stelle e Ambiente per la ricerca e divulgazione astronomica e ambientale “Marcello La Greca” e Officina GammaZ, al fine di promuovere la conoscenza degli aspetti scientifici, naturalistici e storico-archeologici della Sicilia orientale, organizzano i

CAFFÈ SCIENTIFICI 2017

Gli incontri si terranno nel pomeriggio dei sabati non festivi. Di volta in volta, si alterneranno esperti di chiara fama nel campo della divulgazione scientifica, archeologica e storico-artistica e converseranno con gli intervenuti facendo uso di presentazioni in power point.

Durante la conversazione, ai partecipanti sarà offerta una degustazione particolare preparata dalla padrona di casa, l’amica Cristiana Cardillo.

La formula dei Caffè Scientifici 2017 è inedita e interessante: gli incontri si terranno nel primo pomeriggio (ore 16.30-18) dei sabati non festivi, salvo diversa indicazione, nella sede di Officina GammaZ (via San Calogero, 29 traversa di piazza Federico di Svevia, zona Castello Ursino).

Il giorno successivo, domenica, seguirà la visita o l’escursione nei luoghi di cui si è discusso nel corso della conversazione.

Il trasferimento in auto è con mezzi propri.

Se la durata dell’escursione è dell’intera giornata la colazione sarà al sacco oppure pranzo in trattoria/rifugio/agriturismo/azienda agricola convenzionati a carico dei partecipanti.

Eventuali ingressi a pagamento di musei sono a carico dei partecipanti.

Luogo del raduno è sempre il parcheggio del Parco Gioeni di via Angelo Musco (inizio via Leucatia), salvo diversa indicazione.

Costi

  • € 5,00: comprende la partecipazione al Caffè Scientifico e la degustazione.
  • € 10.00: comprende la partecipazione al Caffè Scientifico con la degustazione e l’escursione o la visita domenicale.
  • € 7,00: soci di Stelle e Ambiente e di Officina GammaZ per il pacchetto Caffè Scientifico+escursione/visita. Se l’escursione ha la durata dell’intera giornata, il pranzo sarà al sacco oppure in trattoria/rifugio/agriturismo a carico del partecipante.

Info e Prenotazioni

  • Officina GammaZ: officinagammaz@gmail.com
  • Associazione Stelle e Ambiente: 3288172095 – 3402161035 (WhatsApp) – info@stelleambiente.it

PROGRAMMA

MAGGIO

1° Caffè Scientifico

  • Sabato 6: “La devastante eruzione del 1669”, relatore prof. Giuseppe Sperlinga, naturalista e presidente di Stelle e Ambiente. A seguire, visita del Pozzo di Gammazita.
  • Domenica 7: ore 8.30-13: Escursione alle lave del 1669 in territorio di Misterbianco e visita dei ruderi della Chiesa Madre di Campanarazzu distrutta dall’eruzione e dell’Aliva ‘Mpittata. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il socio consigliere dott. Iorga Prato.

2° Caffè Scientifico

  • Sabato 13: “Le piante selvatiche tossiche e velenose del territorio etneo: leggende e realtà”, relatore prof. Salvatore Arcidiacono, naturalista e vicepresidente di Stelle e Ambiente.
  • Domenica 14, ore 8.30-13: Escursione nel tratto di ferrovia dismessa Alcantara-Randazzo nei pressi di Gaggi (Me). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.

3° Caffè Scientifico

  • Sabato 20: “Aspetti etnobotanici e culinari dei cacucciuliddi della Valle dei Sieli di Motta Sant’Anastasia”, relatrice dott.ssa Giovanna Marletta, etnobotanica e socia consigliera di Stelle e Ambiente.
  • Domenica 21, ore 8.30-13: escursione “‘a cogghiri cacucciuliddi” nella Valle dei Sieli di Motta Sant’Anastasia (Ct) e visita ai basalti colonnari del Neck vulcanico. Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga e la dott.ssa Giovanna Marletta.

4° Caffè Scientifico

  • Sabato 27: “Wolfgang Sartorius von Waltershausen e Jean Houel”, relatore prof. Giuseppe Sperlinga, presidente di Stelle e Ambiente.
  • Domenica 28, ore 8.30-17: escursione ai monti Sartorius e alla grotta della Neve con colazione al sacco o pranzo al Rifugio Citelli. I caschi dotati di illuminazione elettrica necessari per la visita della grotta saranno messi a disposizione dei partecipanti dall’associazione Stelle e Ambiente. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il socio consigliere dott. Iorga Prato.

GIUGNO

5° Caffè Scientifico

  • Sabato 3: “Cataniantica. Archeologia in città: dalle origini alla caduta dell’Impero”, relatore dott. Iorga Prato, tecnico archeologo e socio consigliere di Stelle e Ambiente.
  • Domenica 4, ore 9.30-13: Visita del Teatro Romano di via Vittorio Emanuele, delle Terme della Rotonda e dell’Anfiteatro Romano di piazza Stesicoro.

Guida il dott. Iorga Prato.

6° Caffè Scientifico

  • Sabato 10: “La fauna selvatica velenosa del territorio etneo: leggende e realtà”, relatore prof. Salvatore Arcidiacono, naturalista e vicepresidente di Stelle e Ambiente.
  • Domenica 11, ore 8.30-17: escursione alla grotta del Conzo, buffet rustico in agriturismo o colazione al sacco e visita del Museo Etnografico “Nunzio Bruno” di Floridia (Siracusa).

Costo del buffet rustico (€ 9,50) e ingresso al museo (€ 2,50) sono a carico dei partecipanti.

I caschi dotati di illuminazione elettrica necessari per la visita della grotta saranno messi gratuitamente a disposizione dei partecipanti dall’associazione Stelle e Ambiente.

Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.

7° Caffè Scientifico

  • Sabato 17: “Micotossicologia: prevenzione, divulgazione e conoscenza dei funghi velenosi e dei loro effetti tossici sulla salute dell’uomo”, relatore il micologo Salvatore Silviani, socio consigliere associazione Stelle e Ambiente.

8° Caffè Scientifico

  • Sabato 24: “Catania munita. Analisi del sistema fortilizio catanese”, relatore dott. Iorga Prato, tecnico archeologo e socio consigliere Stelle e Ambiente.
  • Domenica 25, ore 9.30-13: passeggiata per il centro storico di Catania alla ricerca delle antiche mura cittadine. Guida il dott. Iorga Prato.

locandina-caffe-scientifici-2017  locandina-1caffe-scientifico-2017-erzione-2017  affresco-eruzione-1669-giacinto-platania eruzione-1669-con-fessura

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

img_1612

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ESCURSIONE A MONTE ILICE: STORIA DI UNA CAPINERA.

ESCURSIONE A MONTE ILICE
Domenica 30 aprile 2017 escursione dell’intera giornata a monte Ilice, alla ricerca dei luoghi di verghiana memoria.
Percorso facile lungo 2 km.
Equipaggiamento: scarponcini e bastoncini da trekking, felpa, giacca a vento, cappellino, borraccia con acqua, binocolo, macchina fotografica.
CONTRIBUTI: € 5,00 NON SOCI, € 2,00 SOCI.
Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga, la dott.ssa Giovanna Marletta e il dott. Iorga Prato.
Raduni:
– ore 8.45 parcheggio del Parco Gioeni di via Angelo Musco;
– ore 9.30 piazza del Santuario di S. Alfio di Trecastagni.
Info e prenotazioni: 3288172095 – 3402161035 (WhatsApp).

ALLE ORE 13.30 PRANZO NELL’AZIENDA AGRICOLA VOLZONE (PENDICI DI MONTE ILICE).
Menù
ANTIPASTO
CROSTINI, HUMMUS, OLIVE E FRITTATINE
PRIM0
PASTA CON VERDURE DELL’ORTO SALTATE
SECONDO
SALSICCIA AL FORNO CON CONTORNO DI VERDURE DELL’ORTO
PANE, FRUTTA, ACQUA E VINO
COSTO: € 15,00

 

locandina-monte-ilice-30aprile2017  itinerario-monte-ilice menu-volzone

PROGRAMMA ATTIVITA’ APRILE-GIUGNO 2017

 

PROGRAMMA ATTIVITÀ APRILE-GIUGNO 2017

APRILE

  • Domenica 23, ore 8.30-13: escursione storico-naturalistica al Borgo di Carcaci. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga.
  • Venerdì 28, ore 8.30-13: Ricognizione tratto ferrovia dismessa Alcantara-Randazzo nei pressi di Gaggi. Partecipazione libera da comunicare al Presidente.
  • Domenica 30: ore 8.30-13: escursione alle lave del 1669 in territorio di Misterbianco e visita dei ruderi della Chiesa Madre di Campanarazzu distrutta dall’eruzione e dell’Aliva ‘Mpittata. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.

MAGGIO

  • Lunedì 1: Ricognizione sentiero monti Sartorius e grotta della Neve. Partecipazione libera. Appuntamento alle 10 a Milo.
  • Venerdì 5, ore 8.30-16: escursione ai Monti Sartorius e grotta della Neve per gli alunni della Scuola Media statale di Ramacca. Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga, dott. Iorga Prato, Rosario Catania e Janet Fox Wharàberk.
  • Domenica 7: Escursione a Monte Ilice (Etna sud-est) con pranzo (costo € 15,00 menù da stabilire) nell’Azienda Agricola Volzone di Trecastagni (Ct). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.
  • Martedì 9 e mercoledì 10, ore 9-13: incontri nell’Istituto Comprensivo Statale “E. De Amicis” di Tremestieri Etneo su “Bat Box: una casa per i pipistrelli”, presentazione in power point a cura del presidente prof. Giuseppe Sperlinga per gli alunni delle nove classi di prima media. Al termine, sarà donata una Bat Box alla scuola.
  • Domenica 14, ore 8.30-13: Escursione nel tratto di ferrovia dismessa Alcantara-Randazzo nei pressi di Gaggi (Me). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.
  • Domenica 21, ore 8.30-13: escursione “‘a cogghiri cacucciuliddi” nella Valle dei Sieli di Motta Sant’Anastasia (Ct) e visita ai basalti colonnari del Neck vulcanico. Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga e la dott.ssa Giovanna Marletta.
  • Domenica 28, ore 8.30-17: escursione ai monti Sartorius e alla grotta della Neve con colazione al sacco o pranzo al Rifugio Citelli (Etna Nord-Est). I caschi dotati di illuminazione elettrica necessari per la visita della grotta saranno messi gratuitamente a disposizione dei partecipanti dall’associazione Stelle e Ambiente. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il socio consigliere dott. Iorga Prato.

GIUGNO

  • Domenica 4, ore 9.30-13: Visita del Teatro Romano di via Vittorio Emanuele, delle Terme della Rotonda e dell’Anfiteatro Romano di piazza Stesicoro. Guida il dott. Iorga Prato.
  • Lunedì 5, ore 19.30-21.30: Serata astronomica alla Scuola Media Statale “Mario Pluchinotta” di S. Agata li Battiati: osservazioni ai telescopi e riconoscimento a occhio nudo delle principali galassie estive con l’ausilio del laser astronomico. A cura del prof. Giuseppe Sperlinga, Rosario Catania, Stefano Distefano, Danilo Longo e Iorga Prato.
  • Domenica 11, ore 8.30-17: escursione alla grotta del Conzo, buffet rustico in agriturismo o colazione al sacco e visita del Museo Etnografico “Nunzio Bruno” di Floridia (Siracusa). Costo del buffet rustico (€ 9,50) e ingresso al museo (€ 2,50) sono a carico dei partecipanti. I caschi dotati di illuminazione elettrica necessari per la visita della grotta saranno messi gratuitamente a disposizione dei partecipanti dall’associazione Stelle e Ambiente. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.
  • Domenica18: attività sospesa.
  • Domenica 25, ore 9.30-13: passeggiata per il centro storico di Catania alla ricerca delle antiche mura cittadine. Guida il dott. Iorga Prato.

 

ASTROPAGGHIARU AL PARSIFAL PARK DI NICOLOSI (ETNA SUD)

Su La La Sicilia di oggi, 16 aprile 2017, un articolo a firma di chi scrive sulla bella iniziativa di divulgazione astronomica dell’AstroPagghiaru promossa dall’amico Rosario Catania con la collaborazione di Parsifal Park e dell’Associazione Stelle e Ambiente, che ha messo a disposizione un telescopio adatto per l’osservazione del profondo cielo donato dal compianto presidente fondatore LUIGI PRESTINENZA.
In futuro, l’Astropagghiaru sarà dotato di una cupola girevole e all’interno sarà collocato il telescopio di 40 cm che Prestinenza utilizzò per anni dal suo casotto di Pedara per osservare il pianeta Marte, di cui fu un profondo conoscitore e studiosi attento e scrupoloso sul piano squisitamente scientifico.

astropagghiaru-la-sicilia-16aprile2017  parsifal-park-1aprile2017-7 parsifal-park-1aprile2017-8 parsifal-park-1aprile2017-39 parsifal-park-1aprile2017-43 astropagghiaru-di-parsifal-park-monte-san-leo-nicolosi-etna-sud-aprile-2107 parsifal-park-1aprile2017-6 img-20170401-wa0002 img-20170401-wa0169

L’ANTICO BORGO DI CARCACI (CENTURIPE)

ANTICO BORGO DI CARCACI (CENTURIPE)
L’associazione Stelle e Ambiente organizza per domenica 23 aprile una escursione all’antico borgo di Carcaci, in territorio di Centuripe (Enna) e a un tratto dell’antico tracciato ferroviario Paternò-Regalbuto.
Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato.
EQUIPAGGIAMENTO: SCARPONCINI, CAPPELLINO, FELPA, GIACCA VENTO, BORRACCIA.
DIFFICOLTÀ: FACILE
FINE ATTIVITÀ: ORE 13.
INFO: 3288172095 – 3402161035 (WHATSAPP)
PARTECIPAZIONE APERTA A TUTTI
CONTRIBUTO DI € 5,00 NON SOCI, € 2,00 SOCI.
Raduni
– ore 8.30 parcheggio del Parco Gioeni di via Angelo Musco;
– ore 9.15 area di servizio ss 121 Catania-Paternò dopo svincolo Valcorrente/Etnapolis.

locandina-carcaci-23aprile2017  carcaci-aerea2