Stelle e Ambiente

Author: Giuseppe Sperlinga

IL CIELO DELL’EQUINOZIO DI PRIMAVERA ALL’I.C.S. “E. DE AMICIS” DI TREMESTIERI ETNEO (CT)

 Nell’ambito della collaborazione didattica per il corrente anno scolastico tra l’Istituto comprensivo statale “Edmondo De Amicis” di Tremestieri Etneo e l’associazione “Stelle e Ambiente” per la divulgazione astronomica e ambientale di Catania si è svolta, ieri, mercoledì 13 marzo 2019, una interessante serata astronomica dedicata al cielo dell’equinozio di primavera per gli alunni delle terze media della scuola diretta dalla prof.ssa Tiziana Palmieri, per iniziativa della prof.ssa Giusi Provenzano.
Inizialmente, nell’aula magna gremita di giovani studenti e docenti della scuola, il presidente di Stelle e Ambiente, prof. Giuseppe Sperlinga, ha commentato una serie di immagini sul cielo dell’equinozio primaverile. All’imbrunire, nel cortile, dove erano stati montati due telescopi riflettori dell’associazione, alunni e docenti hanno potuto osservare i crateri della Luna quasi al Primo Quarto e il pianeta rosso, Marte, con la guida dei soci consiglieri Salvatore Silviani e Danilo Longo, mentre il prof. Sperlinga con l’ausilio di un laser astronomico individuava le principali costellazioni che dominano il cielo primaverile, da Orione ai Gemelli, dal Toro con Aldebaran e le Pleiadi, al Leone, oltre a quelle circumpolari sempre presenti, tra cui Cassiopea e il Gran Carro dell’Orsa Maggiore, utili per rintracciare la Stella Polare.

dscn8260 dscn8261 dscn8262 dscn8263 dscn8264 dscn8266 dscn8267 dscn8268 dscn8269 dscn8271 dscn8272 dscn8273 dscn8274 dscn8276 dscn8277 dscn8279 dscn8280 dscn8281 dscn8283 dscn8285

DOMENICA 17 MARZO ATTIVITA’ SOSPESA.

DOMENICA 17 MARZO ATTIVITA’ SOSPESA.
Per motivi organizzativi, la prevista passeggiata alla riscoperta di Capomulini e del Tempietto romano, in programma per domenica 17 marzo 2019, con la guida dei professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga e con la collaborazione dell’amica archeologa dott.ssa Teresa Magro, è stata ANNULLATA.
La nostra attività riprenderà DOMENICA 24 MARZO con la seconda escursione inserita nell’ambito delle celebrazioni promosse dall’associazione Stelle e Ambiente in occasione del 350° anniversario dell’eruzione etnea del 1669. Seguirà, tra qualche giorno, la locandina col programma dettagliato.

SERATA ASTRONOMICA ALL’ORATORIO DEI SALESIANI DELLA SALETTE DI SAN CRISTOFORO.

Martedì 12 marzo 2019, dalle 18 alle 19.30, i telescopi dell’associazione Stelle e Ambiente saranno montati nell’oratorio di Santa Maria de la Salette, nel cuore del quartiere San Cristoforo, per ammirare i crateri della Luna al Primo Quarto, il pianeta rosso Marte e altri oggetti celesti.
Agli strumenti, i soci Danilo Longo e Salvatore Silviani, gli amici Stefano Distefano dell’Associazione Astrofili Belpassesi e Rosario Catania dell’associazione Ascd Cepes.

Coordinamento del presidente prof. Giuseppe Sperlinga.

Soci, amici e simpatizzanti sono invitati a intervenire. 

Ingresso gratuito.

immagine

350° ANNIVERSARIO ERUZIONE ETNEA 1669: DA MOMPILERI A BORRELLO.

L’associazione Stelle e Ambiente ricorda il 350° anniversario della devastante eruzione dell’Etna del 1669 con tre escursioni storico-naturalistiche.

La prima si è svolta oggi, domenica 10 marzo 2019, da Mompileri a Borrello, con la visita del Santuario della Madonna della Sciara e della grotta del Ritrovamento, dei ruderi della cinquecentesca chiesetta della Misericordia o del Soccorso e della grotta Piscitello, una piccola galleria di scorrimento lavico che si formò in quelle lave che avrebbero distrutto il paese di Malpasso (oggi Belpasso), di fronte al santuario della Madonna della Roccia, in territorio di Belpasso.

Una trentina i partecipanti tra soci, amici e simpatizzanti di Stelle e Ambiente, guidati dal presidente prof. Giuseppe Sperlinga e dal vicepresidente prof. Salvatore Arcidiacono, con la collaborazione del socio Francesco Andronico.

dscn8185 dscn8189 dscn8191 dscn8192 dscn8194 dscn8197 dscn8198 dscn8199 dscn8200 dscn8203 dscn8204 dscn8214 dscn8219 dscn8220 dscn8222 dscn8223 dscn8224 dscn8229 dscn8230 dscn8231 dscn8235 dscn8237 dscn8239 dscn8245 dscn8247 dscn8254

PROGRAMMA ATTIVITA’ SEMESTRE GENNAIO-GIUGNO 2019

ESCURSIONI, CORSI E PASSEGGIATE URBANE GENNAIO-GIUGNO 2019

GENNAIO

  • Venerdì 11 – ore 16.30-19, sede CAI sezione dell’Etna: lezione conclusiva del 2° Corso Natura in Città su “L’inquinamento luminoso e il risparmio energetico” (prof. Giuseppe Sperlinga), consegna degli attestati ai corsisti e osservazioni astronomiche con i telescopi puntati sulla Luna al primo quarto e sul pianeta Marte (Rosario Catania, Stefano Distefano, Danilo Longo e Salvatore Silviani). Partecipazione libera per i soci del CAI.
  • Domenica 20– ore 9-13: Alla riscoperta del giardino botanico benedettino dell’Ospedale Vittorio Emanuele e delle antiche mura di Catania. Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga e Franco Andronico. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Sabato 26 – ore 9-12.30: consegna della Targa speciale “Quartiere Vivo” all’associazione Stelle e Ambiente”. Partecipazione libera.
  • Domenica 27– ore 9-13: I luoghi di Sant’Agata. Tradizionale passeggiata agatina con visita guidata al Museo Diocesano e alle chiese di S. Agata la Vetere, Santo Carcere e S. Agata alla Fornace. Guidano Franco Andronico e prof. Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.

FEBBRAIO

  • Domenica 17– ore 8.30-13: Escursione a Ponte Barca (Paternò) e alle Salinelle di San Biagio (Belpasso). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Domenica 24 – ore 8.30-13: ESCURSIONE ANNULLATA PER IL MALTEMPO.

MARZO

  • Domenica 3– ore 8.30-13: Le forre del Simeto e il Ponte dei Saraceni (Adrano). Guida il prof. Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Domenica 10– ore 8.30-13: 350° anniversario dell’eruzione 1669: Il Santuario, le sciare e i ruderi della chiesetta del Soccorso di Mompileri. Primo escursione. Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga e il socio Francesco Andronico. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Martedì 12 – ore 18-20: telescopi all’Oratorio della Salette per osservare la Luna al primo quarto e il pianeta Marte con Rosario Catania, Stefano Distefano, Danilo Longo. Partecipazione libera.
  • Mercoledì 13, ore 17-19,30: Il cielo dell’Equinozio di Primavera e serata astronomica all’Istituto Comprensivo Statale “E. De Amicis” di Tremestieri Etneo. Relatore: prof. Giuseppe Sperlinga. Ai telescopi: Danilo Longo, Salvatore Silviani e Stefano Distefano. Partecipazione libera.
  • Domenica 17 ATTIVITÀ SOSPESA
  • Domenica 24 – 350° anniversario dell’eruzione 1669: le sciare e le grotte di Borrello (Belpasso). Seconda escursione. Guidano il prof. Giuseppe Sperlinga e il socio Francesco Andronico. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Sabato 30 – ore 19-21: L’Ora della Terra, a cura del WWF, in piazza Università: serata con i telescopi per l’osservazione della Luna al primo quarto (Rosario Catania, Stefano Distefano, Salvatore Silviani, Danilo Longo e prof. Giuseppe Sperlinga). Partecipazione libera.
  • Domenica 31 – ATTIVITA’ SOSPESA

APRILE

  • Sabato 6 – ATTIVITA’ SOSPESA.
  • Domenica 7 – ATTIVITA’ SOSPESA.
  • Sabato 13 – ATTIVITA’ SOSPESA.
  • Domenica 28 – ore 8.30-13: A cogghiri i cacucciuliddi e gli asparagi dei Sieli (Motta S. Anastasia). Guida il prof. Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.

MAGGIO

  • Domenica 6 – ore 8.30-13: Primo Monte e Sciambro quarantore (Etna nord-est). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Sabato 11 – ore 8.30-13: Fiumefreddo di Sicilia: la Torre Rossa (ruderi di un monumento funerario di epoca romana), la Riserva Naturale Orientata “Fiume Fiumefreddo” e la foce del Fiumefreddo. Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Domenica 19 – ore 8.30-13: Escursione a monte Arcimis e la sua grotta (Etna Est). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Domenica 26 – ore 9-16.30: Escursione alla Grotta d’Angela (Ragalna-Belpasso) e Assemblea generale dei soci di Stelle e Ambiente con rinnovo del Consiglio Direttivo per il triennio 2019-2022. Pranzo sociale nell’agriturismo “Boscoscuro”, alle pendici di Monte Arso (Ragalna). Menù e costi da definire.

GIUGNO

  • Domenica 9 – ore 8.30-13: Escursione alla Trofa du Camperi (Etna Est). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Domenica 16 – ore 8.30-13: Escursione a Monte Rinatu (Etna Est). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.
  • Domenica 23 – ore 8.30-13: Escursione a Monte Serra Pizzuta Galvarina (Etna sud). Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Mezza giornata. Partecipazione con contributo.

Per le escursioni e le passeggiate urbane è richiesto un contributo (obolo) ai partecipanti:

  • € 5,00 non soci
  • € 3,00 soci CAI, Archeoclub, Etnaviva, Legambiente, Lipu, Emergency.
  • € 2,00 soci Stelle e Ambiente.

Non è richiesto alcun obolo ai minorenni, ai disoccupati o inoccupati, agli studenti universitari e delle scuole di ogni ordine e grado.

PAUSA ESTIVA DA DOMENICA 7 LUGLIO A DOMENICA 29 SETTEMBRE

 

 

I LUOGHI DELL’ERUZIONE DEL 1669: MOMPILERI E LE SCIARE E LE GROTTE DI BORRELLO (BELPASSO)

I LUOGHI DELL’ERUZIONE DEL 1669: MOMPILERI E LE SCIARE E LE GROTTE DI BORRELLO (BELPASSO)
In occasione del 350° anniversario della devastante eruzione etnea del 1669, l’associazione Stelle e Ambiente organizza per domenica 10 marzo una escursione di mezza giornata dal santuario di Mompileri alle grotte Taddarida e Piscitello nelle sciare di Borrello.
EQUIPAGGIAMENTO: SCARPONCINI DA TREKKING, CAPPELLINO, FELPA, GIACCA VENTO O K-WAY, BORRACCIA.
Contributo (obolo):
– € 5,00 non soci;
– € 2,00 soci Stelle e Ambiente;
– € 3,00 soci Cai, Archeoclub, Etnaviva, Legambiente, Lipu, Emergency.
Non è richiesto alcun obolo ai minorenni, disoccupati o inoccupati, studenti universitari e delle scuole di ogni ordine e grado.
GUIDANO I PROFESSORI SALVATORE ARCIDIACONO E GIUSEPPE SPERLINGA.
Raduni
– ORE 8.30: PARCHEGGIO PARCO GIOENI DI VIA A. MUSCO
– ORE 9.30: PIAZZALE SANTUARIO DI MOMPILERI
INFO:
3288172095 – 3402161035 (Whatsapp)
Raduni: alle 8.30 al parcheggio del parco Gioeni di via Angelo Musco e alle 9.30 nel piazzale del santuario di Mompileri. Info: 3288172095 – 3402161035 (whatsapp).

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Ecco il programma di domenica 10 marzo 2019, il primo di tre appuntamenti con i quali l’associazione Stelle e Ambiente intende ricordare il 350° anniversario dell’eruzione del 1669.
Alle ore 8.30, raduno nel parcheggio del Parco Gioeni di via Angelo Musco. Secondo appuntamento, alle 9.30, nel piazzale del Santuario della Madonna della Sciara di Mompileri. Lasciate le auto visiteremo prima la chiesa e poi la grotta all’interno della quale fu rinvenuta la statua della Madonna. Subito dopo, vedremo un bunker della Seconda Guerra mondiale e, poi, ci recheremo ai ruderi dell’antica chiesetta della Beata Vergine del Soccorso, detta anche della Misericordia, la quale fu risparmiata dalla lava del 1669, che si fermò nei pressi del muro di cinta settentrionale, alla’interno della quale sono ancora visibili due pregevoli affreschi, uno dei quali raffigura la deposizione di Cristo dalla Croce, nell’altro invece si nota la mano della Madonna dell’Aiuto che protegge il paese di Mompileri minacciato dalle eruzioni dell’Etna.
Alle 10.45, spostamento in auto fino al Santuario della Madonna della Roccia, dove visiteremo due interessanti gallerie di scorrimento lavico che so formarono nelle lave del 1669: la grotta Taddariti e la grotta Piscitello.

I caschi dotati di illuminazione elettrica saranno messi a disposizione dei partecipanti dall’Associazione Stelle e Ambiente. E’ consigliabile, tuttavia, dotarsi di illuminazione elettrica autonoma.
L’attività avrà termine alle 13.

locandina-sciare-e-grotte-eruzione-1669-10marzo2019 483872_10200117722137236_891803649_n grotta-taddarida-borrello madonna-mompileri  bunker-mompileri-5marzo2019-7 chiesetta-del-soccorso-o-della-misericordia-di-mompileri-5marzo2019-1 chiesetta-del-soccorso-o-della-misericordia-di-mompileri-5marzo2019-2 chiesetta-del-soccorso-o-della-misericordia-di-mompileri-5marzo2019-3 chiesetta-del-soccorso-o-della-misericordia-di-mompileri-5marzo2019-5 santuario-mompileri-5marzo2019-20 santuario-mompileri-5marzo2019-21 santuario-mompileri-5marzo2019-22 santuario-mompileri-5marzo2019-25 santuario-mompileri-5marzo2019-26 santuario-mompileri-5marzo2019-27 santuario-mompileri-5marzo2019-32 santuario-mompileri-5marzo2019-33

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ESCURSIONE ALLE FORRE LAVICHE DEL SIMETO, SALTO DEL PECORAIO E PONTE DEI SARACENI (ADRANO)

Grazie (finalmente) a una giornata senza pioggia né vento siamo riusciti a svolgere la bella bella escursione alle Forre laviche del Simeto, al Salto del Pecoraio e al Ponte dei Saraceni, in territorio di Adrano, nell’alta valle del Simeto, il fiume che ha in bacino imbrifero più esteso della Sicilia. Larga la partecipazione di soci, amici e simpatizzanti di Stelle e Ambiente a questa bella escursione ricca di contenuti storici e naturalistici, esposti con la consueta competenza dal presidente, prof. Giuseppe Sperlinga, dalla socia consigliera dott.ssa Giovanna Marletta e dal socio Francesco Andronico.

dscn8104 dscn8106 dscn8107 dscn8108 dscn8109 dscn8111 dscn8112 dscn8113 dscn8114 dscn8115 dscn8117 dscn8118 dscn8121 dscn8122 dscn8123 dscn8124 dscn8126 dscn8127 dscn8128 dscn8129 dscn8133 dscn8136 dscn8140 dscn8141 dscn8144 dscn8145 dscn8147 dscn8148 dscn8150 dscn8151 img-20190303-wa0010

 

IL CIELO DELL’EQUINOZIO DI PRIMAVERA 2019

Oggi, sabato 2 marzo 2019, il quotidiano La Sicilia di Catania pubblica, a pagina 41, la consueta rubrica di divulgazione astronomica dedicata al cielo del mese di marzo.
Qui di seguito il testo originale dell’articolo, che per esigenze di spazio è stato leggermente “limato”. 
Buona lettura.

IN MARZO TORNANO IN CIELO LE COSTELLAZIONI PRIMAVERILI
Marzo è il mese dell’equinozio di primavera e dell’ora legale, un fenomeno naturale il primo, un fatto convenzionale la seconda. Quest’anno, l’equinozio primaverile cade mercoledì 20. Quel giorno ha inizio la primavera nell’emisfero boreale e l’autunno in quello australe; la durata del dì (periodo d’illuminazione) e quella della notte (periodo di oscurità) sono uguali; il Sole sorge e tramonta rispettivamente a Est e a Ovest e passa per il punto d’Ariete o gamma, che è l’intersezione tra il piano dell’equatore celeste e l’eclittica, che è il piano dell’orbita terrestre proiettato nello spazio. Per i Cristiani, la data dell’equinozio primaverile è importante ai fini del calcolo della data della Pasqua, che si celebra la prima domenica successiva al plenilunio che segue l’equinozio di primavera. Nell’equinozio di primavera di duemila anni fa, il Sole transitava tra le stelle della costellazione dell’Ariete. Oggi, a causa della precessione degli equinozi dovuta al millenario moto doppio conico dell’asse terrestre, la nostra stella diurna è proiettata nella costellazione dei Pesci. Ne consegue che coloro i quali ritengono di essere nati sotto il segno dell’Ariete dovranno convincersi che, finora, hanno sempre letto un oroscopo che non gli appartiene, perché il Sole passa in rassegna le stelle dell’Ariete dal 19 aprile al 13 maggio, mentre dal 12 marzo al 18 aprile si trova tra le stelle dei Pesci. Il passaggio dall’ora solare a quella legale, che ci regalerà un’ora di luce solare in più fino a sabato 26 ottobre, sarà alle 2 della notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo e, secondo una proposta della Commissione europea, potrebbe essere l’ultima volta che sposteremo le lancette dell’orologio prima avanti e poi indietro. Le fasi lunari: sarà novilunio il 6, primo quarto il 14, plenilunio il 21, ultimo quarto il 28. Excursus planetario. Il minuscolo Mercurio è osservabile nei primi giorni del mese nell’orizzonte occidentale, dove tramonta un’ora e mezza dopo il Sole, dopo diventa inosservabile perché il 15 sarà in congiunzione con il Sole, per riapparire al mattino, assai basso, nel cielo orientale cinquanta minuti prima dell’alba. Il luminoso Venere sorge un’ora prima del Sole, appena in tempo per osservarlo nel cielo orientale prima di sparire avviluppato dai bagliori solari. Il rosso Marte tramonta alle 23 e brilla nel cielo occidentale, dove, alla fine del mese, si troverà nei pressi dell’ammasso stellare aperto delle Pleiadi, le mitologiche “Sette sorelle” figlie di Pleione e Atlante, il quale era pure il padre delle Iadi, che nacquero dall’unione con Etra. Per i siciliani, le Pleiadi sono “a Puddara” di verghiana memoria ne “I Malavoglia”: “(…) allorché uscì fuori nel cortile sbadigliando, il Tre bastoni (le tre stelle della cintura di Orione, ndr) era ancora alto verso l’Ognina, colle gambe in aria, la Puddara luccicava dall’altra parte, e il cielo formicolava di stelle…”. Altri tempi, quando i cieli erano bui e non si conosceva il triste fenomeno dell’inquinamento luminoso che ha fatto sparire il cielo stellato sopra le nostre teste. Il gigantesco Giove è visibile a notte fonda sull’orizzonte sud-orientale e culmina a Sud prima dell’alba. Il signore degli anelli Saturno sorge un paio di ore dopo Giove ed è rintracciabile prima dell’alba nell’orizzonte sud-orientale. Gli ultimi due pianeti gassosi del nostro sistema planetario, Urano e Nettuno, sono ormai molto bassi sull’orizzonte al punto da potersi ritenere inosservabili.
Nel cielo di marzo le grandi costellazioni invernali continuano a spostarsi verso sud-ovest, mentre dalla parte opposta, nelle prime ore della notte, fanno la loro apparizione le grandi costellazioni zodiacali del Leone e della Vergine. Nel cielo meridionale è sempre la costellazione del gigante Orione a dominare la scena celeste, accompagnato dai fedeli cani Sirio e Procione. Secondo una delle tante narrazioni mitologiche, Giunone non sopportava gli uomini troppo vanitosi. Orione era tra questi, amava vantarsi della sua abilità di cacciatore. Un giorno la dea decise di punirlo mettendo uno scorpione lungo il sentiero che Orione percorreva ogni giorno e, quando il cacciatore passò, l’aracnide lo punse mortalmente. La fraterna amica Diana implorò Giove di porre il corpo di Orione tra le stelle. Pure Giunone fece pressioni sul suo regale consorte affinché anche lo scorpione venisse posto in cielo. Giove accontentò entrambe ponendo nel cielo sia Orione sia il suo uccisore, ma collocandoli in direzioni opposte, col Sagittario pronto a scoccare la freccia allo Scorpione per impedirgli di colpire ancora Orione. Nella stessa plaga di cielo troviamo le costellazioni del Toro con la splendida Aldebaran e gli ammassi stellari aperti delle Iadi sul muso e delle già ricordate Pleiadi, dell’Auriga con la luminosa Capella (la Capretta che allattò Giove), i Gemelli con i Dioscuri Castore e Polluce. A Nord-Ovest, è facilmente riconoscibile la “W” di Cassiopea e, tra essa e il Toro, troviamo la costellazione di Perseo. A Nord-Est, vi è il Gran Carro dell’Orsa Maggiore e, a sinistra della Vergine, potremo riconoscere la costellazione a forma di aquilone del Bootes (Bovaro o Bifolco) con la brillante stella Arturo.
      GIUSEPPE SPERLINGA

cielo-marzo-2019-la-sicilia-con-data      ammasso-stellare-aperto-delle-pleiadi-nella-costellazione-del-toro

ESCURSIONE FORRE LAVICHE DEL SIMETO, SALTO DEL PECORAIO E PONTE SARACENO (ADRANO)

DOMENICA 3 MARZO 2019 – Ore 8.30-13

ESCURSIONE ALLE FORRE LAVICHE DEL SIMETO, SALTO DEL PECORAIO E PONTE SARACENO

(ALTA VALLE DEL SIMETO, ADRANO, CT)

EQUIPAGGIAMENTO: SCARPONCINI DA TREKKING, CAPPELLINO, FELPA, GIACCA VENTO O K-WAY, BORRACCIA.

POSSIBILITÀ DI RACCOLTA DI VERDURE SELVATICHE MANGERECCE.

Contributo (obolo):

– € 5,00 non soci;

– € 2,00 soci Stelle e Ambiente;

– € 3,00 soci Cai, Archeoclub, Etnaviva, Legambiente, Lipu, Emergency.

Non è richiesto alcun obolo ai minorenni, disoccupati o inoccupati, studenti universitari e delle scuole di ogni ordine e grado.

GUIDANO I PROFESSORI SALVATORE ARCIDIACONO E GIUSEPPE SPERLINGA.

RADUNI

– ORE 8.30: PARCHEGGIO PARCO GIOENI

– ORE 9.30: AREA SERVIZIO ESSO S.S. 121 CT-PATERNÒ DOPO SVINCOLO VALCORRENTE/ETNAPOLIS.

INFO

3288172095 – 3402161035 (Whatsapp)

locandina-ponte-saraceno-3marzo2019