Stelle e Ambiente

Notizie

CATANIA – CAPITOZZATI I PLATANI DI VIA VI APRILE

UNA LOTTA CONTINUA
Su direttive dell’Ufficio del Verde del Comune di Catania, gli operai della Catania Multiservizi stanno capitozzando tutta la vegetazione arbustiva e arborea di strade, piazze e rotatorie cittadine. La recentissima decapitazione della siepe della rotatoria di viale Tirreno fa il paio con lo scempio compiuto in questi giorni ai danni dei platani di via VI Aprile. Nell’un caso e nell’altro, si tratta di interventi scriteriati che violano palesemente le norme dettate dal Regolamento del Verde pubblico e privato. Si può giustificare il taglio di un platano ormai cariato e cavo all’interno che rischiava di schiantarsi al suolo, ma sfugge alla nostra comprensione il motivo per cui sia stato ordinato di capitozzare platani che, negli anni passati, sono stati ripetutamente sottoposti a drastiche potature. Cosa bisogna fare per convincere i responsabili che hanno in tutela il patrimonio verde cittadino che le capitozzature non giovano affatto alle piante, anzi le indeboliscono? La potatura è sempre un trauma per l’albero, che è tanto maggiore quanto maggiore è l’entità del taglio effettuato, al punto che potrebbe pregiudicare la salute e la stabilità della pianta, perché è fonte di violenti stress vegetativi che determina una diminuzione delle difese naturali con possibilità di aggressione degli agenti patogeni, invecchiamento precoce, riduzione delle capacità fotosintetiche e rischi di schianto a terra, mettendo a repentaglio l’incolumità dei cittadini. Le lacerazioni dei tessuti della superficie di taglio costituiscono una via di ingresso preferenziale per funghi, batteri e insetti. È acclarato che germi patogeni sono veicolati da potature condotte con tecniche non adeguate o effettuate nei periodi sbagliati dell’anno. L’emissione di composti volatili dalle ferite della potatura, infatti, attrae gli insetti, mentre il “cancro colorato” del platano è trasmesso da albero ad albero proprio tramite la potatura, se gli attrezzi utilizzati non vengono sterilizzati. Quest’ultima temibile malattia è causata da un fungo ascomicete, il Ceratocystis fimbriata, ed è una patologia particolarmente pericolosa per le piante delle alberature stradali, dei parchi e dei giardini cittadini che sono soggette a periodici tagli di potatura più o meno drastici. Secondo gli esperti, tutte le operazioni di potatura dovranno essere eseguite solamente nei casi indispensabili e, comunque, nei periodi freddi dell’anno (risulta all’Ufficio comunale del Verde che novembre sia un mese freddo?), disinfettando a mano a mano la superficie di taglio con prodotti appropriati e, da pianta a pianta, gli attrezzi utilizzati per la potatura. Viene da chiedersi e rimbalziamo la domanda a chi di dovere se in via VI Aprile è stata seguita questa prassi. Si ha l’impressione di essere di fronte all’ennesima mancanza di una seria programmazione, con interventi effettuati nei periodi sbagliati e senza rispetto alcuno del Verde pubblico, un modus operandi che continua a causare danni sia al patrimonio arboreo cittadino, sia ai contribuenti catanesi, anche in termini economici.
Per la moderna arboricoltura, gli alberi non devono mai essere drasticamente potati, bisogna rispettarne scrupolosamente la forma e le dimensioni per evitare danni biologici. Non è superfluo ricordare che la miglior potatura è quella che non si vede, che tende a eliminare il secco e i rami rovinati, permettendo il passaggio della luce in ogni punto della chioma. Infine, per non provocare danni all’albero non bisogna ridurre la chioma oltre il 25 percento (articolo 18 del Regolamento del Verde pubblico e privato della città di Catania approvato il 6 agosto 2019), soprattutto se si tratta di alberi monumentali ed esemplari di pregio storico e paesaggistico.
Un tempo bellissima strada alberata, ecco come si presenta, oggi, la via VI Aprile: le palme del marciapiede orientale, quello sottostante il “Passiatore”, sono state tagliate in maniera preventiva per motivi di sicurezza perché potevano essere affette da agenti patogeni e non ancora sostituite; i platani della aiuola spartitraffico che si prolunga fino a piazza dei Martiri sono stati ridotti a scheletrici pali con i rami tranciati protesi all’insù quasi a gridar vendetta a cielo; resistono (miracolosamente) le Sophore del marciapiede occidentale, una decina delle quali sono state tagliate probabilmente perché malate e mai sostituite, i bordi di quasi tutte le aiuole, colme di rifiuti, sollevate e deformate dalle radici degli alberi e che ormai stringono il colletto basale delle piante.
                                                                                             GIUSEPPE SPERLINGA
platani-via-vi-aprile-la-sicilia-30ottobre2020 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-2_li platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-3 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-5 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-7 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-8 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-9 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-10 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-11 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-14 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-15 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-17 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-18 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-19 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-23 platani-capitozzati-via-vi-aprile-28ottobre2020-24 platani-via-vi-aprile-30aprile2019-1 platani-via-vi-aprile-30aprile2019-2 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-1 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-6 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-9 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-10 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-11 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-12 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-13 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-14 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-15 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-16 sophore-via-vi-aprile-28ottobre2020-17 palme-tagliate-via-vi-aprile-28ottobre2020 passiatore-via-vi-aprile-fontana-proserpina-30aprile2019-27 passiatore-via-vi-aprile-fontana-proserpina-30aprile2019-30 passiatore-via-vi-aprile-fontana-proserpina-30aprile2019-31 passiatore-via-vi-aprile-fontana-proserpina-30aprile2019-33

Commenti

commenti