Stelle e Ambiente

Notizie

OSSERVAZIONI ASTRONOMICHE ALLA NOTTE BIANCA DEL DE NICOLA DI S. GIOVANNI LA PUNTA

NOTTE BIANCA ALL’ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE «E. DE NICOLA»

CON I TELESCOPI DI “STELLE E AMBIENTE” E “CEPES”

PER OSSERVARE LA COMETA WIRTANEN, LA LUNA AL PRIMO QUARTO E IL PIANETA MARTE. AGLI STRUMENTI: PROF. GIUSEPPE SPERLINGA, ROSARIO CATANIA, STEFANO DISTEFANO, DANILO LONGO E SALVATORE SILVIANI.

VENERDÌ 14 DICEMBRE 2018

ORE 17-22

CAMPO SPORTIVO DEL POLIVALENTE

INGRESSO LIBERO          VIA G. MOTTA 87 – SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)        INGRESSO LIBERO

locandina-de-nicola-14dicembre2018 mostra-de-nicola  locandina-de-nicola-14dicembre2018

LE PIANTE DI NATALE E LA TRADIZIONE DELLE CONE

DOMENICA 16 DICEMBRE 2018

ORE 10

SALONE ATTIGUO ALLA CHIESA DI SAN FRANCESCO D’ASSISI ALL’IMMACOLATA

CATANIA

LE PIANTE DI NATALE E LA TRADIZIONE DELLE CONE

Il prof. Salvatore ARCIDIACONO

(esperto etnobotanico e vicepresidente di Stelle e Ambiente)

ci parlerà delle piante selvatiche tipiche del periodo natalizio e ci racconterà come si “cunzava ‘na Cona cchê rrama, i fògghi e i frutti di l’arànciu amaru, cchê mannarini e i lumìa, ccû spàraciu nìuru, u spinu-bbiancu e u cuttuni sciusu che simulava la neve. In segno d’offerta, sutt’â Cona, i devoti più abbienti mettevano cufina chini d’arànci, mannarini, cutugna, ficurìnia, nèspuli di ‘nvernu, aranàti, cosi duci fatti ‘n casa”.

Seguirà l’allestimento di una Cona in via Crociferi con sparacogna, cuttuni sciusu, mannarini, aranci.

INGRESSO LIBERO

Info: 3288172095 . 3402161035 (WhatsApp)

locandina-piante-natale-e-cone-san-francesco-immacolata-16dicembre2018

MASSERIA DIDATTICA SULL’OLIO DI OLIVA A MOTTA S. ANASTASIA (CT)

Il quotidiano “La Sicilia” di oggi, mercoledì 5 dicembre 2018, pubblica il resoconto della bella attività di masseria didattica sull’olio d’oliva svoltasi in tre giorni per gli alunni delle prime medie dell’Istituto Comprensivo Statale “Gabriele D’Annunzio” di Motta S. Anastasia (CT).
Un particolare ringraziamento va rivolto al signor Aldo Pellegrino dell’Oleificio Peltom che ha illustrato con un linguaggio semplice le varie fasi della produzione dell’olio d’oliva, all’amico Vito Marullo, amministratore del Mausoleo militare di guerra germanico di Motta S. Anastasia, che ha guidato la visita all’interno del Mausoleo, al nostro presidente prof. Giuseppe Sperlinga, che svolto il seminario in aula e alla nostra segretaria prof.ssa Giovanna Cavallaro che ha curato la realizzazione degli incontri.

la-sicilia-5dicembre2018-olio-oliva-dannunzio-motta dscn7314 dscn7315 dscn7322 dscn7326 dscn7334 dscn7335 dscn7344 dscn7354 dscn7366 dscn7374 dscn7385 dscn7387 dscn7388 dscn7393 dscn7403 dscn7405 dscn7409 seminario-olio-doliva-auditorium-scuola-media-motta-novembre2018

CIELO DI DICEMBRE 2018

UNA COMETA SOLCA IL CIELO DEL SOLSTIZIO INVERNALE

“Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia”. Così non è, perché il periodo d’illuminazione di più breve durata dell’anno non si ha il 13 dicembre, ma nel giorno del solstizio invernale e inizio dell’inverno astronomico, che quest’anno cade il 21 dicembre, vale a dire tre giorni dopo che il Sole avrà lasciato la “costellazione dimenticata” di Ofiuco per passare in quella del Sagittario. Quel giorno, alla latitudine di Catania, la nostra stella diurna sorge alle 7.04 e tramonta alle 16.52 e, senza tenere conto della luce dei due crepuscoli, avremo 9 ore e 48 minuti di luce, una durata inferiore di due minuti rispetto al giorno di Santa Lucia. La Luna sarà nuova il 7, al primo quarto il 15, piena il 22 e all’ultimo quarto il 29. Consueto excursus planetario. Il minuscolo ed elusivo Mercurio potremo osservarlo a metà mese prima del sorgere del Sole, sull’orizzonte orientale, dove sarà alto più di 21 gradi (massima elongazione mattutina) e appare un’ora e 49 minuti prima del Sole. Poi sarà più difficile avvistarlo perché, alla fine dell’anno, si riavvicina al Sole. Venere è tornato a brillare nel cielo mattutino, abbastanza alto sull’orizzonte orientale, autentico dominatore del firmamento delle ultime ore della notte. Nella seconda metà del mese, il pianeta di Citera sorge quasi 4 ore prima del Sole ed è proiettato tra le stelle della costellazione della Vergine per poi passare in quelle della Bilancia. Il pianeta rosso, Marte, seguita a essere, tra quelli visibili a occhio nudo, l’unico osservabile durante le prime ore della sera, a Sud-Ovest. Il gigantesco Giove riappare sulla scena celeste nelle prime ore del mattino sull’orizzonte orientale, dove sarà possibile rintracciarlo nei pressi di Mercurio e del cuore rosso dello Scorpione, la stella Antares, che è la sedicesima stella più brillante dell’intera volta celeste ed è una supergigante rossa (il suo raggio è 850 volte quello del nostro Sole) situata a circa 600 anni luce dal sistema solare. Il pianeta degli anelli, Saturno, sarà assai basso sull’orizzonte occidentale diventando praticamente inosservabile. Urano è osservabile al telescopio ed è rintracciabile nel cielo meridionale per oltre metà della notte. Nel cielo di Sud-Ovest è osservabile nella prima parte della notte il pianeta azzurro Nettuno, la cui osservabilità è simile a quella di Marte, ma con l’ausilio di un buon telescopio. Prima di lasciare il nostro sistema solare segnaliamo che è in arrivo la cometa “46P/Wirtanen”, scoperta nel 1948 dall’astronomo Carl Wirtanen, ha un’orbita compresa fra quella della Terra e quella di Giove e dovrebbe essere visibile nei nostri cieli anche a occhio nudo per tutto il mese di dicembre. Già ribattezzata “cometa di Natale”, l’astro chiomato sta via via aumentando la sua luminosità, sia per effetto del suo passaggio vicino alla Terra (il 16 dicembre sarà a 12 milioni di chilometri di distanza da noi), sia per il suo avvicinamento alla minima distanza dal Sole (perielio), che avverrà il 12 dicembre. La cometa, attualmente, ha una magnitudine di circa 8, che col passare dei giorni dovrebbe passare a 6 diventando così visibile a occhio nudo. Nelle foto e al telescopio mostra già una bella chioma verdastra, ma è già visibile con un buon binocolo se osservata da località con cielo buio. Pur ancora assai bassa sull’orizzonte, ci sarebbero (il condizionale è d’obbligo con le comete) già tutte le premesse per assistere a un buon spettacolo celeste nei cieli notturni natalizi.

Nel firmamento di dicembre spiccano le grandi costellazioni invernali. Mentre a occidente continuano a tramontare le costellazioni autunnali del grande quadrilatero di Pegaso, Andromeda con l’omonima galassia, il Perseo, il Triangolo, e le quattro zodiacali dell’Ariete, Capricorno, Acquario e Pesci, dalla parte opposta, nel cielo orientale, hanno già fatto la loro apparizione il grande cacciatore Orione con ai vertici dell’inconfondibile clessidra le brillanti Betelgeuse, Bellatrix, Rigel e Saiph, in compagnia del Cane Maggiore con la luminosa Sirio e del Cane Minore con Procione, il Toro con la rossa Aldebaran e l’ammasso aperto delle Pleiadi (‘a Puddara, come le cita il Verga ne “I Malavoglia”) i Gemelli con i Dioscuri Castore e Polluce, l’Auriga con la splendida Capella, il Cancro e il Leone con la luminosa Regolo. In particolare, per ciò che riguarda la costellazione di Orione merita di essere osservata con un binocolo o un piccolo telescopio la celeberrima nebulosa omonima, M 42, situata poco al di sotto della cintura formata da tre stelle messe in fila, Alnitak, Alnilam e Mintaka, il cui allineamento è per soltanto apparente perché Alnitak dista 820 anni luce, Alnilam 1.340 e Mintaka 915. Inoltre, va segnalata la presenza dell’asterismo del “Triangolo invernale” ai cui vertici vi sono Betelgeuse, Sirio e Procione. Nel cielo settentrionale potremo osservare le onnipresenti costellazioni circumpolari che ruotano attorno al Piccolo Carro dell’Orsa Minore con, all’estremità, la Stella Polare: procedendo in senso antiorario s’incontrano prima Cassiopea, a seguire il suo celeste sposo Cefeo, poi il Dragone, l’Orsa Maggiore e la Giraffa.

GIUSEPPE SPERLINGA

 

cometa-di-natale-46p-wirtanen percorso-cometa-wirtanen-dicembre2018 stelle-triangolo triangolo-invernale-e-pleiadi triangolo-invernale cielo-di-dicembre2018-la-sicilia-2dicembre2018

ESCURSIONE PRIMO MONTE (ETNA NORD)

DOMENICA 2 DICEMBRE 2018

ESCURSIONE AL PRIMO MONTE

(PINETA RAGABO – LINGUAGLOSSA)

ALLE ORE 11.30, SOSTEREMO DAVANTI ALLA TARGA IN MEMORIA DEL GIOVANE

ALPINO E CARABINIERE GIORGIO PRIVITERA.

Equipaggiamento personale:
Scarponcini, bastoncini da trekking (facoltativi), jeans, pile, felpa, giacca a vento, cappellino, borraccia.

Lunghezza percorso facile con salita: 2 km A/R.

GUIDANO I PROFESSORI GIUSEPPE SPERLINGA E SALVATORE ARCIDIACONO.

FINE ATTIVITÀ ORE 13

RADUNI
-ORE 8.30: PARCHEGGIO DEL PARCO GIOENI
-ORE 9.30: MILO

INFO
3288172095 – 3402161035 (WhatsApp)

locandina-primo-monte-giorgio-privitera-3dicembre2018 dscn7442 dscn7443 dscn7446 dscn7449 dscn7452 dscn7453 dscn7461 dscn7467 dscn7471 dscn7478

QUARTA LEZIONE DEL 2° CORSO “NATURA IN CITTA'”

NATURA IN CITTÀ
2° CORSO DI CULTURA NATURALISTICA URBANA
CAI SEZ. DELL’ETNA VIA MESSINA, 593/A CATANIA
QUARTA LEZIONE

VENERDÌ 23 NOVEMBRE, ORE 16.30-19, SEDE CAI

“PIANTE SELVATICHE IN CITTÀ E LE AREE VERDI URBANE”.

RELATORI: PROF. SALVATORE ARCIDIACONO E DOTT.SSA GIOVANNA MARLETTA.

DOMENICA 25 NOVEMBRE, ORE 9, RADUNO IN PIAZZA MONTESSORI PASSEGGIATA PER LE VIE DEL CENTRO STORICO ALLA RICERCA DI PIANTE SPONTANEE E VISITA DELLA VILLA BELLINI.

GUIDANO I RELATORI.

PARTECIPAZIONE APERTA AI NON CORSISTI CON CONTRIBUTO DI € 3,00.

AVVISO IMPORTANTE

AVVISO IMPORTANTE

Si comunica che a causa del persistente maltempo si è stati costretti ad annullare e rinviare ad altre date le seguenti iniziative inserite nel programma bimestrale dell’Associazione Stelle e Ambiente:

1) La quarta lezione “Inquinamento luminoso e risparmio energetico” del 2° Corso “Natura in Città”, in programma per venerdì 16 novembre 2018, è stata rinviata a VENERDI’ 14 DICEMBRE, ALLE ORE 16.30. Al termine, seguiranno le osservazioni astronomiche al telescopio per ammirare la Luna al Primo Quarto e il pianeta Marte.

2) L’escursione di domenica 18 novembre ai Due Monti con partecipazione alla collocazione della Targa in memoria del giovane alpino-carabiniere Giorgio Privitera su una parete del rifugio in cima al Primo Monte è stata rinviata a DOMENICA 2 DICEMBRE, dalle 8.30 alle 13.30. 

ESCURSIONE AI DUE MONTI E TARGA IN MEMORIA DEL GIOVANE ALPINO-CARABINIERE GIORGIO PRIVITERA

DOMENICA 2 DICEMBRE 2018

ESCURSIONE AI DUE MONTI

(PINETA RAGABO – LINGUAGLOSSA)

ALLE ORE 11.30, SOSTEREMO DAVANTI ALLA TARGA IN MEMORIA DEL GIOVANE ALPINO E CARABINIERE GIORGIO PRIVITERA.

Equipaggiamento personale

Scarponcini e bastoncini da trekking, jeans, pile, felpa, giacca a vento, cappellino, borraccia.

GUIDANO I PROFESSORI GIUSEPPE SPERLINGA E SALVATORE ARCIDIACONO.

FINE ATTIVITÀ ORE 13

RADUNI

ORE 8.30: PARCHEGGIO DEL PARCO GIOENI

ORE 9.30: MILO

INFO

3288172095 – 3402161035 (WhatsApp)

targa-giorgio  locandina-due-monti-targa-giorgio-2dicebre2018

QUINTA LEZIONE DEL 2°CORSO NATURA IN CITTA’: INQUINAMENTO LUMINOSO E RISPARMIO ENERGETICO

VENERDI’ 14 DICEMBRE 2018
ORE 16.30-18.30
SEDE DEL CAI SEZ. DELL’ETNA VIA MESSINA 593/A CATANIA

QUINTA LEZIONE DEL 2° CORSO NATURA IN CITTA’
– ORE 16.30: «L’INQUINAMENTO LUMINOSO E IL RISPARMIO ENERGETICO». RELATORE: PROF. GIUSEPPE SPERLINGA (PRESIDENTE ASSOCIAZIONE STELLE E AMBIENTE).
– ORE 17.30-18.30: RICONOSCIMENTO A OCCHIO NUDO DELLE PRINCIPALI COSTELLAZIONI AUTUNNALI CON L’AUSILIO DI UN POTENTE LASER ASTRONOMICO E OSSERVAZIONI AL TELESCOPIO DELLA LUNA AL PRIMO QUARTO E DEL PIANETA MARTE A CURA DI STEFANO DISTEFANO, DANILO LONGO E SALVATORE SILVIANI.

locandina-quinta-lezione-natura-in-citta-14dicembre2018