Stelle e Ambiente

Notizie

PROGRAMMA ATTIVITA’ NOVEMBRE-DICEMBRE 2015

ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E DIVULGAZIONE ASTRONOMICA E AMBIENTALE “MARCELLO LA GRECA”

Presidente: prof. Giuseppe Sperlinga

Contatti: 3288172095   info@stelleambiente.it         www.stelleambiente.it

PROGRAMMA ATTIVITA’ NOVEMBRE-DICEMBRE 2015

 NOVEMBRE

  • Domenica 8, ore 8.30-13: Escursione sentiero 786 CAI di Belpasso dall’Altarino dell’eruzione 1886 alla Regina alla Grotta d’Angela, con degustazione di siero con la ricotta e mozzarella nel caseificio Valle Felice dei Monti Rossi (seconda parte).
  • Sabato 14, ore 17-19, Agorà Hostel (piazza Currò, 6): 5° Corso di Etnobotanica, prima lezione, a cura del prof. Salvatore Arcidiacono.
  • Domenica 15, ore 8.30-13: Escursione sentiero 786 CAI di Belpasso dalla grotta Piscitello alla Terrazza della Regina con degustazione di pane e olio d’oliva nel frantoio F.lli Mio di Belpasso (terza parte).
  • Giovedì 19, ore 20.30, sede CAI di Pedara: Conversazione sul cielo di novembre. A seguire, osservazioni astronomiche. Intervengono: prof. Giuseppe Sperlinga, dott. Iorga Prato e dott. Francesco Di Grazia. Con la partecipazione di Stefano Distefano, dell’associazione astrofili belpassesi.
  • Sabato 21, ore 17-19, Agorà Hostel (piazza Currò, 6): 5° Corso di Etnobotanica, seconda lezione, a cura della dott.ssa Elisa Coppola.
  • Domenica 22, ore 8.15-17, Agriturismo Borgo dell’Etna (Fornazzo):
  • ore 9.30-12: escursione a Ripa della Naca (Bocche eruzione 1928)
  • ore 12-13: raccolta di mele dell’Etna, mele Cola gelato, castagne e nocciole offerte gratuitamente dagli amici del Borgo dell’Etna;
  • ore 13-14.30: pranzo sociale con il seguente menù al prezzo speciale di € 10,00 a persona:
  • antipasto con bruschette  ed olive
  • un primo di pasta con i ceci 
  • un secondo di salsiccia arrosto e contorno di  patate al forno
  • castagne al forno e mele
  • torta di mele e cannella fatta in casa
  • caffè /amaro 

N.B. Eventuali intolleranze alimentari vanno segnalate prima poiché il menù non prevede variazioni a richiesta in loco.

PRENOTAZIONI ENTRO LE ORE 22.00 DI VENERDI’ 20 NOVEMBRE AL 3288172095 OPPURE CON EMAIL A giuseppe.sperlinga@libero.it.

  • ore 14.30-16.30: assemblea dei Soci e rinnovo del Consiglio Direttivo per il triennio 2016-2018;
  • ore 17: fine delle attività e partenza per Catania.
  • Giovedì 26, ore 20.30, sede CAI di Pedara: Conversazione su “I gioielli di Motta S. Anastasia: Neck vulcanico e Valle dei Sieli”. Relatori: prof. Giuseppe Sperlinga e dott. Francesco Di Grazia.
  • Sabato 28, ore 10-12, Agorà Hostel (piazza Currò, 6): 5° Corso di Etnobotanica, terza lezione, a cura della dott.ssa Giovanna Marletta.
  • Domenica 29, ore 8.30-13: Escursione sentiero 786 CAI di Belpasso dalla Grotta d’Angela a Monte San Leo (terza parte).

DICEMBRE

  • Domenica 6, ore 8.30-13, Agriturismo “La Rocca della Rosa” di Zafferana (da confermare): 5° Corso di Etnobotanica, quarta lezione, “A cogghiri viddura” identificazione e raccolta della verdura selvatica in campagna a cura del prof. Salvatore Arcidiacono e delle dottoresse Elisa Coppola e Giovanna Marletta.

 

  • Domenica 13, ore 10-12, Agorà Hostel (piazza Currò, 6): 1° Caffè scientifico su “Le piante della tradizione natalizia”. Relatore il prof. Salvatore Arcidiacono. Seguirà l’allestimento di una “Cona” in una icona sacra del quartiere.
  • Domenica 20, ore 10-12, Agorà Hostel (piazza Currò, 6): 2° Caffè scientifico su “Amenano, il misterioso fiume sotterraneo di Catania”. Relatori il prof. Giuseppe Sperlinga e il dott. Iorga Prato. A seguire, visita guidata sulle tracce dell’Amenano (pozzo di Gammazita, villa Pacini, piazza Duomo).

GENNAIO 2016

  • Giorno da definire, ore 17.30, Aula a emiciclo dell’Orto Botanico, Circolo della Stampa: Conversazione su “Il Parco Vulcanospeleologico Metropolitano”. Relatore: prof. Giuseppe Sperlinga .

LOCANDINA PRIMA LEZIONE 5°CORSO ETNOBOTANICA 2015  LOCANDINA ESCURSIONE TERZA TAPPA SENTIERO CAI BELPASSO 15NOVEMBRE2015  LOCANDINA ESCURSIONE RIPA NACA E ASSEMBLEA 22NOVEMBRE2015

ESCURSIONE SENTIERO CAI 786 BELPASSO-MONTE MANFRE’ – SECONDO TRATTO: DALL’ALTARINO CENTENARIO ERUZIONE 1886 ALLA GROTTA D’ANGELA.

ESCURSIONE SENTIERO CAI 786 BELPASSO-MONTE MANFRE’ – SECONDO TRATTO: DALL’ALTARINO CENTENARIO ERUZIONE 1886 ALLA GROTTA D’ANGELA. DEGUSTAZIONE GRATUITA DI SIERO CON LA RICOTTA A MOMPILERI.
DOMENICA 8 NOVEMBRE 2015
RADUNO: Ore 8.15: parcheggio Parco Gioeni via Angelo Musco
Guidano: Professori Salvatore ARCIDIACONO e Giuseppe SPERLINGA, dott. Iorga PRATO.
Equipaggiamento: scarponcini, cappellino, felpa, giacca vento, borraccia, binocolo.
I caschi con lampade elettriche per la visita della grotta d’Angela saranno forniti da Stelle e Ambiente.
Difficoltà: facile
Percorso a piedi A/R: 2 km
Fine attività: ore 13.
Info:
3288172095 – www.stelleambiente.it – info@stelleambiente.it
Partecipazione aperta a tutti, contributo di € 6,00 non soci, € 2,00 soci.

LOCANDINA SECONDA PARTE SENTIERO CAI 786 SECIONDO TRATTO SENTIERO 786 CAI IMG_4226 IMG_4250

5° CORSO DI ETNOBOTANICA ETNEA

L’Associazione Stelle e Ambiente, con la collaborazione di Agorà Hostel, organizza il 5° corso di Etnobotanica etnea, dal 14 novembre al 6 dicembre, nella sede di piazza Currò 6 (di fronte le Terme dell’Indirizzo).

Il corso, che è ideato e diretto dal prof. Salvatore Arcidiacono e coordinato dal prof. Giuseppe Sperlinga, si articola in tre lezioni teorico-pratiche e una esercitazione pratica in campagna per il riconoscimento e la raccolta di verdure selvatiche mangerecce, secondo il seguente programma:
– Sabato 14 novembre, ore 16: “Aspetti etnobotanici del territorio etneo” (prof. Salvatore Arcidiacono).
– Sabato 21 novembre, ore 16: “Piante selvatiche mangerecce: erbe, frutti e aromi” (dott.ssa Elisa Coppola).
– Sabato 28 novembre, ore 16: “Piante selvatiche nella medicina e nella veterinaria popolare” (dott.ssa Giovanna Marletta).
– Domenica 6 dicembre, ore 9.00: passeggiata naturalistica “a cogghiri virdura” in una campagna di Zafferana Etnea.
La quota di iscrizione al corso è di euro 40,00 a persona e comprende una degustazione per ciascuna lezione teorica e il cd “Le verdure dell’Etna” del prof. Salvatore Arcidiacono.

Ai partecipanti che avranno frequentato tutte le lezioni sarà rilasciato un attesto di frequenza.

Le iscrizioni si ricevono prima della lezione inaugurale del corso compilando l’apposito modulo.

LOCANDINA 5°CORSO ETNOBOTANICA ETNEA 2015 AGORA'

ESCURSIONE SENTIERO CAI 786 BELPASSO-MONTE MANFRE’: DA BORRELLO ALLA CISTERNA DELLA REGINA CON VISITA DELLA GROTTA PISCITELLO E DEGUSTAZIONE FINALE DI PANE CASERECCIO CON OLIO D’OLIVA NEL FRANTOIO F.LLI MIO DI BELPASSO

L’associazione Stelle e Ambiente organizza per domenica 25 ottobre una escursione storico-naturalistica da Borrello alla Cisterna della Regina percorrendo il sentiero 786 del CAI, in territorio di Belpasso.
Guidano i professori Salvatore Arcidiacono e Giuseppe Sperlinga. Difficoltà: facile.
A fine escursione, degustazione di pane casereccio con olio d’oliva nel frantoio dei fratelli Mio di Belpasso.
Fine attività ore 13.
Raduni: ore 8.15 al parcheggio del Parco Gioeni di via Angelo Musco e ore 8.45 parcheggio Etnapolis.
Info 3288172095, www.stelleambiente.it, info@stelleambiente.it.

LOCANDINA SENTIERO CAI PRIMA PARTE DOMENICA 25OTTOBRE2015 TRACCIATO SENTIERO2  SENTIERO 786 BORRELLO-MONTE MANFRE' 16OTTOBRE2015 (14)  FRANTOIO MIO BELPASSO 16OTTOBRE2015 (9)

ESCURSIONE NIVIERA DEL COLLEGIO, PIANO DEI GRILLI E MONTE RUVOLO (BRONTE – ETNA OVEST)

Escursione alla riscoperta del territorio di Bronte: la Niviera del Collegio, il Piano dei Grilli e Monte Ruvolo. I siti sono raggiungibili dall’abitato di Bronte percorrendo la strada in basolato lavico che conduce al Rifugio di Piano dei Grilli. La Niviera del Collegio, nota pure col nome di “Grotta della Neve”, è una neviera ricavata modificando un frammento di grotta lavica, usata in passato per la produzione di ghiaccio ed è la più grande niviera dell’Etna, a quota 1160, caratteristica per la volta ad ar­co (parzialmente crollata) costruita in pietra lavica per proteggere a lungo la neve accumulata all’interno destinata al consumo estivo. Da qui, dopo circa 400 m, si raggiunge il Rifugio di Piano dei Grilli, punto di partenza per tutte le escursioni in questo territorio, per proseguire fino a Monte Ruvolo e ritorno.
DOMENICA 11 OTTOBRE 2015
RADUNI
Ore 8: parcheggio Parco Gioeni via A. Musco
Ore 8.45: parcheggio esterno Etnapolis
Guidano
Professori Salvatore ARCIDIACONO e Giuseppe SPERLINGA, dott. Iorga PRATO
Equipaggiamento: scarponcini, cappellino, felpa, giacca vento, borraccia, binocolo.
Difficoltà: facile – Percorso a piedi A/R: 5,3 km
Fine attività ore 13.
Info: 3288172095 – www.stelleambiente.it – info@stelleambiente.it
Partecipazione aperta a tutti, contributo di € 6,00 non soci, € 2,00 soci.

LOCANDINA DEFINITIVA PIANO DEI GRILLI 11OTTOBRE2015   CARTINA PERCORSO PIANO GRILLI

ESCURSIONE TRA SPELEOLOGIA E FEDE: GROTTA DEL SANTO (ADRANO – ETNA OVEST)

ESCURSIONE TRA SPELEOLOGIA E FEDE: GROTTA DEL SANTO (ADRANO – ETNA OVEST)
Guidano: Professori Salvatore ARCIDIACONO e Giuseppe SPERLINGA
Equipaggiamento: scarponcini, cappellino, felpa, giacca vento, borraccia, binocolo. I caschi speleo con lampade saranno forniti da Stelle e Ambiente

Difficoltà: facile
Percorso a piedi A/R: 3 km
Fine attività ore 13.
Info: 3288172095 – www.stelleambiente.it info@stelleambiente.it
Partecipazione aperta a tutti, contributo di € 6,00 non soci, € 2,00 soci.
In caso di pioggia, l’escursione sarà rinviata a domenica 11 ottobre.
******************
GROTTA DEL SANTO – Sigla catastale: SICT 1032 – Comune: Adrano – Sinonimi: – Anno eruzione: Preistorica – Località: Contrada Diamante – Sviluppo: 924 m – Dati carta I.G.M.: Serie 25, Foglio 624, – Dislivello totale: 44 m Sezione I, Monte Etna, Ediz. 1993 – Quota s.l.m.: 1043 m – Longitudine: 14° 52’ 35” E – Latitudine: 37° 42’ 37” N
La Grotta del Santo è una delle più lunghe cavità dell’Etna (il suo sviluppo totale supera i 900 m). E’ formata da diversi stretti tubi sovrapposti e uniti gli uni agli altri che le danno un aspetto labirintico. L’ingresso è formato da alcuni gradini di pietra. Vi è, quindi, una sala principale abbastanza larga e con un piccolo altare dedicato al Santo Nicola Politi, che visse qui nel XII° secolo. La leggenda narra che il santo si rifugiò in questa grotta il giorno prima del suo matrimonio, e che qui visse per tre anni dal 1134 al 1137. Dalla sala d’ingresso hanno inizio cinque gallerie. I due tubi principali hanno la stessa orientazione NNE-SSO, mentre gli altri hanno differenti direzioni. Lo sviluppo di questa cavità avvenne probabilmente in una zona pianeggiante dove questi piccoli tubi si svilupparono come nel delta di un fiume. L’età di questa cavità è preistorica ed al suo interno sono stati scoperti reperti probabilmente ascrivibili alla cultura di Malpasso, l’ultima fase dell’Età del Rame (Privitera, 1999). L’ingresso si trova in un affioramento di lava preistorica circondata da lave più recenti, forse dell’eruzione del 1595. (Da “Dentro il vulcano” Centro Speleologico Etneo).

LOCANDINA ESCURSIONE GROTTA DEL SANTO

NOTTE 27-28 SETTEMBRE: ECLISSI TOTALE DI LUNA, SUPERLUNA DI SANGUE.

Stanotte tutti col naso all’insù, non perdetevi la favolosa eclissi totale di Luna con la Luna al perigeo, vale a dire con l’unico nostro satellite naturale alla minima distanza dalla Terra. Altri particolari e i tempi del fenomeno naturale per le località poste alla latitudine di Catania, potrete leggerli su La Sicilia di oggi nell’articolo a firma mia, a pag. 29 del tomo Cronaca di Catania. Buona lettura e, nuvole permettendo, godetevi lo spettacolo della “Superluna di sangue” che stanotte si potrà ammirare in cielo.

ARTICOLO LA SICILIA 27SETTEMBRE2015 ECLISSI TOTALE LUNA

 

ESCURSIONE NATURALISTICA BOSCO DELLO SCACCHIERI E LA CISTERNAZZA DI PISANO (ETNA EST)

DOMENICA 27 SETTEMBRE 2015

ESCURSIONE NATURALISTICA – BOSCO DELLO SCACCHIERI E LA CISTERNAZZA DI PISANO (ETNA EST)

Guidano: professori Salvatore ARCIDIACONO e Giuseppe SPERLINGA

Equipaggiamento: scarponcini, bastoncini da trekking, felpa, giacca a vento,cappellino, borraccia, binocolo.

Durata: mezza giornata, fine attività ore 13.

Difficoltà: facile.

Lunghezza percorso A/R: 2,5 km

RADUNI

ORE 8.45: PARCHEGGIO PARCO GIOENI VIA ANGELO MUSCO

ORE 9.30: FLERI (BAR DI FRONTE ALLA CHIESA)

Info: 3288172095 – www.stelleambiente.it – info@stelleambiente.it

https://www.facebook.com/pages/Associazione-Stelle-e-Ambiente/754935451271586?ref=aymt_homepage_panel

CONTRIBUTO € 6,00 NON SOCI, € 2,00 SOCI.

LOCANDINA BOSCO SCACCHIERI 27SETTEMBRE2015

23 SETTEMBRE: EQUINOZIO AUTUNNALE – 28 SETTEMBRE: ECLISSI TOTALE DI LUNA.

Sono due i fenomeni celesti che nei prossimi giorni terranno desta l’attenzione anche di coloro i quali non hanno dimestichezza alcuna con l’astronomia: l’equinozio di autunno di mercoledì 23 settembre e, soprattutto, l’eclissi totale di Luna che si verificherà la notte di domenica 27 e lunedì 28.

Convenzionalmente, le stagioni meteorologiche s’iniziano il primo giorno dei mesi in cui avvengono i solstizi estivo e invernale e gli equinozi primaverile e autunnale. Così, lo scorso 1° settembre ha avuto inizio l’autunno meteorologico, ma quello astronomico avverrà alle 8,21 di mercoledì 23, momento in cui il Sole apparentemente transiterà per il punto d’intersezione tra il piano dell’orbita terrestre (l’eclittica) e il piano dell’equatore celeste (la proiezione dell’equatore terrestre sulla sfera celeste), il cosiddetto “punto omega o punto della Bilancia” (quello opposto è il “punto gamma o punto d’Ariete”). In quel preciso momento, si verificheranno diversi avvenimenti: il Sole sorgerà esattamente a est e tramonterà altrettanto precisamente a ovest; la durata del periodo di illuminazione (il dì) sarà esattamente uguale a quella del periodo di oscurità (la notte) e ciò spiega perché il fenomeno è chiamato “equinozio”, parola che deriva dal latino “aequinoctium”, che vuol dire “notte uguale” (al dì, cioè al periodo di illuminazione), in riferimento alla durata del periodo di oscurità uguale a quello diurno; ha inizio l’autunno nell’emisfero boreale e la primavera in quello australe; il circolo polare artico (polo nord) comincerà a essere escluso dal circolo di illuminazione e avrà inizio la notte polare, perché il Sole non si vedrà per sei mesi, mentre il circolo polare antartico (polo sud) sarà totalmente incluso nel circolo d’illuminazione e s’inizierà il giorno polare con il Sole che, nel corso delle 24 ore, non tramonterà visto che non scenderà al di sotto del piano dell’orizzonte (il Sole di mezzanotte).

Una sola precisazione da fare. Il “punto della Bilancia” è così detto perché duemila anni fa il Sole, quando transitava da lì, era proiettato tra le stelline della costellazione della Bilancia. A causa del fenomeno della precessione degli equinozi, dovuto alla doppia attrazione esercitata dalla Luna e del Sole sul rigonfiamento equatoriale della Terra che tende a raddrizzare l’asse terrestre, si verifica lo spostamento dei punti equinoziali in senso orario con la conseguenza che, duemila anni fa, il 21 giugno, il Sole era proiettato tra le stelle della costellazione del Cancro, oggi è in quella dei Gemelli (al Tropico del Cancro si dovrebbe cambiare denominazione in “Tropico dei Gemelli”); il 23 settembre era nella Bilancia, oggi nella Vergine (il Punto della Bilancia si dovrebbe chiamare “Punto della Vergine”); il 22 dicembre era nel Capricorno, oggi invece si trova nel Sagittario (al relativo tropico si dovrebbe sostituire la dicitura con “Tropico del Sagittario”: non doveva esserne a conoscenza lo scrittore statunitense Henry Miller, altrimenti non avrebbe titolato così il suo famoso libro autobiografico “Tropico del Capricorno”); il 21 marzo, infine, era nell’Ariete, ma oggi si trova proiettato tra le stelle dei Pesci (il punto d’Ariete, infatti, sarebbe più corretto chiamarlo “punto dei Pesci”). Naturalmente, nessuno si sogna di riscrivere libri e cartine celesti, perché è una terminologia entrata definitivamente nella storia dell’Astronomia. A questo punto, i conti non tornano a coloro i quali si ostinano a credere alla fanatica religione dell’oroscopo, conti che si complicano ancora di più se si considera che il Sole nel suo moto apparente lungo l’eclittica passa in rassegna tredici e non dodici costellazioni. Più precisamente, non solo impiega tempi differenti a transitare tra una costellazione e l’altra, ma la costellazione dello Scorpione l’attraversa in appena sette giorni (dal 23 al 29 novembre) poi, dal 30 novembre al 17 dicembre, lo si trova proiettato tra le stelle di Ofiuco, la tredicesima costellazione, appunto. In conclusione, finora i creduloni hanno letto l’oroscopo di un altro e chi è nato nei primi diciassette giorni di dicembre è un “orfano” dell’astrologia, condannato a vivere senza oroscopo!

L’eclissi totale di Luna, stavolta, sarà visibile dall’Italia ed è riservata ai nottambuli. Avrà inizio, infatti, alle 3 del mattino e si finirà prima dell’alba. Questa eclisse, in particolare, avverrà anche in coincidenza della minima distanza della Luna dalla Terra (la Luna piena al perigeo sembra quasi del 14 per cento più grande della Luna all’apogeo e é del 30 per cento più luminosa del solito): sarà una “superluna di sangue” per la colorazione color rame che assumerà il nostro satellite naturale, perché su di esso giungerà la componente rossa della radiazione solare rifratta dall’atmosfera terrestre. Naturalmente, si sono già scatenati i catastrofisti, i quali diffondono notizie prive di qualsiasi fondamento scientifico valido, poiché sostengono che in tali occasioni aumentano i ricoveri in ospedale, gli atti delinquenziali, i vulcani si risvegliano dando origine a violente eruzioni, la terra trema in molte aree del globo, e amenità simili discorrendo (in realtà, l’unico effetto fisico che esercita la Luna piena al perigeo, la Superluna appunto, è un aumento di appena 15 cm del dislivello tra la bassa e l’alta marea. Questi i tempi per le località alla stessa latitudine di Catania, gentilmente fornitici dal dott. Piero Massimino dell’Inaf-Osservatorio astrofisico di Catania (l’orario tiene conto dell’ora legale estiva): alle 2,10, la Luna entra nella penombra; alle 3,06 si avrà il contatto con l’ombra; alle 4,10 s’inizia la totalità, mentre il massimo dell’eclisse si avrà alle 4,47; alle 5,23 finirà la totalità, alle 6,27 la Luna esce dall’ombra e, alle 7,24, avverrà uscita dalla penombra e fine dell’eclissi. Vale la pena sacrificare una notte di sonno, perché la prossima eclissi totale di Luna visibile dall’Italia avverrà fra poco meno di tre anni, il 27 luglio 2018.

GIUSEPPE SPERLINGA

eclissi-totale-di-luna-visibile-anche-sull-italia-il-prpssimo-28-settembre-3bmeteo-66630    Day_Sol_Eq21_RevolvingEarth_fast