Stelle e Ambiente

Notizie

ESCURSIONE TRA SPELEOLOGIA E FEDE: GROTTA DEL SANTO (ADRANO – ETNA OVEST)

ESCURSIONE TRA SPELEOLOGIA E FEDE: GROTTA DEL SANTO (ADRANO – ETNA OVEST)
Guidano: Professori Salvatore ARCIDIACONO e Giuseppe SPERLINGA
Equipaggiamento: scarponcini, cappellino, felpa, giacca vento, borraccia, binocolo. I caschi speleo con lampade saranno forniti da Stelle e Ambiente

Difficoltà: facile
Percorso a piedi A/R: 3 km
Fine attività ore 13.
Info: 3288172095 – www.stelleambiente.it info@stelleambiente.it
Partecipazione aperta a tutti, contributo di € 6,00 non soci, € 2,00 soci.
In caso di pioggia, l’escursione sarà rinviata a domenica 11 ottobre.
******************
GROTTA DEL SANTO – Sigla catastale: SICT 1032 – Comune: Adrano – Sinonimi: – Anno eruzione: Preistorica – Località: Contrada Diamante – Sviluppo: 924 m – Dati carta I.G.M.: Serie 25, Foglio 624, – Dislivello totale: 44 m Sezione I, Monte Etna, Ediz. 1993 – Quota s.l.m.: 1043 m – Longitudine: 14° 52’ 35” E – Latitudine: 37° 42’ 37” N
La Grotta del Santo è una delle più lunghe cavità dell’Etna (il suo sviluppo totale supera i 900 m). E’ formata da diversi stretti tubi sovrapposti e uniti gli uni agli altri che le danno un aspetto labirintico. L’ingresso è formato da alcuni gradini di pietra. Vi è, quindi, una sala principale abbastanza larga e con un piccolo altare dedicato al Santo Nicola Politi, che visse qui nel XII° secolo. La leggenda narra che il santo si rifugiò in questa grotta il giorno prima del suo matrimonio, e che qui visse per tre anni dal 1134 al 1137. Dalla sala d’ingresso hanno inizio cinque gallerie. I due tubi principali hanno la stessa orientazione NNE-SSO, mentre gli altri hanno differenti direzioni. Lo sviluppo di questa cavità avvenne probabilmente in una zona pianeggiante dove questi piccoli tubi si svilupparono come nel delta di un fiume. L’età di questa cavità è preistorica ed al suo interno sono stati scoperti reperti probabilmente ascrivibili alla cultura di Malpasso, l’ultima fase dell’Età del Rame (Privitera, 1999). L’ingresso si trova in un affioramento di lava preistorica circondata da lave più recenti, forse dell’eruzione del 1595. (Da “Dentro il vulcano” Centro Speleologico Etneo).

LOCANDINA ESCURSIONE GROTTA DEL SANTO

Commenti

commenti