Stelle e Ambiente

Notizie

GIORNATA MONDIALE DELLE ZONE UMIDE: ESCURSIONE DI STELLE E AMBIENTE ALLA TIMPA DI LEUCATIA

Una cinquantina di soci, amici e simpatizzanti di Stelle e Ambiente hanno effettuato, nella mattinata della domenica palindroma 02 02 2020, una bella escursione alla Timpa di Leucatia, dal pianoro alla sottostante zona umida, guidati dal presidente prof. Giuseppe Sperlinga, che si è avvalso della collaborazione botanica del vicepresidente prof. Salvatore Arcidiacono e di quella logistica della segretaria prof.ssa Giovanna Cavallaro e dei soci consiglieri dott. Luciano Costanzo e sig. Salvatore Silviani. Un particolare ringraziamento va alle signore Natalia Ciancio e Letizia Miceli.
L’escursione, che si è svolta con il patrocinio gratuito dei Lions Club di Catania (erano presenti l’avv. Rino Puleo e l’ing. Luigi Testa), s’inquadrava nell’ambito delle celebrazioni a livello planetario del 49° anniversario della firma della Convenzione internazionale di Ramsar, avvenuta nella cittadina iraniana di Ramsar nel lontano 1971.
Secondo la Convenzione internazionale di Ramsar, si definisce “zona umida” qualsiasi ambiente naturale caratterizzato in qualche modo dalla compresenza di terreno e acqua. Più precisamente, sono zone umide “le paludi e gli acquitrini, le torbiere oppure i bacini (naturali o artificiali), permanenti o temporanei, con acqua stagnante o corrente, dolce, salmastra o salata, ivi comprese le distese di acqua marina la cui profondità, durante la bassa marea, non supera i sei metri”.
I siti che possiedono tali caratteristiche e che rivestono un’importanza internazionale soprattutto come habitat degli uccelli acquatici, possono essere inclusi nella “lista delle zone umide d’importanza internazionale” approvata dalla convenzione stessa. Il valore di questi ambienti è molto elevato sia per la loro rarità, sia per i rischi di estinzione cui sono esposti, soprattutto quelli in prossimità delle aree urbane.
La zona umida della Timpa di Leucatia, per le sue caratteristiche, potrebbe assumere un’importanza internazionale ai sensi della Convenzione di Ramsar del 2 febbraio del 1971, la quale sostiene la protezione degli habitat, riconoscendo l’importanza e il valore delle zone denominate “umide”, che sono ecosistemi con altissimo grado di biodiversità, habitat vitale per gli uccelli acquatici.
La presenza di diverse sorgenti, le quali hanno reso la zona una vera e propria area umida e che caratterizzano parte della Timpa, rende questo luogo l’unico esempio di ambiente umido d’acqua dolce ricadente nell’ambito urbano della città di Catania. Esso rappresenta un patrimonio naturale di notevole importanza scientifica e culturale che meriterebbe maggior attenzione da parte delle Amministrazioni Comunali di S. Agata Li Battiati e di Catania finalizzata al recupero, valorizzazione e fruizione dell’area in questione.
E’ auspicabile un progetto che preveda il restauro naturalistico dell’intera area della Timpa di Leucatia, ambiente umido compreso, che possa consentire il mantenimento e la fruizione dell’area e anche la corretta captazione delle acque a valle della zona umida e il loro successivo riutilizzo senza pregiudizio per l’esistenza della stessa zona umida.
dscn3474 dscn3477 dscn3478 dscn3479 dscn3480 dscn3483 dscn3484 dscn3485 dscn3486 dscn3487 dscn3488 dscn3489 dscn3490 dscn3492 dscn3493 dscn3494 dscn3496 dscn3499 dscn3501 dscn3502 dscn3504 dscn3505 dscn3506 dscn3508 dscn3509 dscn3510 dscn3511 dscn3515 dscn3516 dscn3517

Commenti

commenti